Givova Scafati per la sesta in fila,
sabato al Palamangano c'è Chiusi

Giovedì 4 Novembre 2021 di Stefano Prestisimone
Givova Scafati per la sesta in fila, sabato al Palamangano c'è Chiusi

Anticipo di campionato sabato alle 20,30 per la Givova Scafati che per la sesta giornata del girone rosso del campionato di A2 affronta sul parquet del PalaMangano gli ospiti della Umana Chiusi. I due quintetti si sono già affrontati nel primo turno delle Final Eight di SuperCoppa 2021, sul neutro di Lignano Sabbiadoro. In quella occasione, fu necessario un tempo supplementare per decidere la formazione che avrebbe avuto accesso al turno successivo e ad avere la meglio fu la formazione toscana che si impose 71-74. 

Quella che andrà di scena sabato sera sarà tutt’altra sfida, in cui entrambi i team sfoggeranno i progressi fatti nel corso delle ultime settimane, che hanno permesso a quello di casa di occupare la vetta solitaria del raggruppamento e quello ospite di piazzarsi al terzo posto, assumendo l’etichetta di sorpresa di questa prima parte di stagione agonistica. 

Il coach Alessandro Rossi: «Cerchiamo di cavalcare l’onda di positività che ci avvolge, senza mai perdere di vista l’obiettivo da raggiungere nel medio lungo periodo, ovvero quello di migliorare e di correggere i nostri difetti, cercando di mettere invece in luce i nostri pregi. Il gruppo sta lavorando bene, con la giusta intensità, consapevole che la sfida contro Chiusi di sabato sera non sarà affatto semplice. I nostri prossimi avversari ci hanno già dato un dispiacere in SuperCoppa, per cui conosciamo il loro valore. Giocano una bella pallacanestro, muovono bene il pallone in attacco, ciascun giocatore ha un ruolo ben definito, occupano bene gli spazi in difesa e sanno essere sia fisici che dinamici: insomma hanno tante carte da poter giocare. Quella di SuperCoppa fu una partita molto difficile per noi, proprio per questo motivo ci stiamo preparando al meglio, con l’obiettivo di imporre il ritmo che vogliamo alla partita. Ci servirà una consistenza difensiva più importante di quella di domenica scorsa, in cui abbiamo difeso al di sotto dei nostri standard, mentre in attacco dobbiamo ritrovare il flusso del gioco e velocizzare la circolazione della palla e degli uomini. Abbiamo la giusta mentalità, quella di chi non si accontenta mai; siamo sempre più affamati e desiderosi di migliorarci».

Il centro statunitense Ed Daniel: «Sto cercando di trovare quanto prima la mia migliore forma fisica. Sto impiegando forse un po’ troppo tempo, ma sono vicino a quei livelli standard a cui sono abituato. A Scafati ho trovato un ottimo ambiente in cui lavorare, a partire dallo spogliatoio, fatto di ragazzi seri che si impegnano al massimo per riuscire ad ottenere i risultati che stiamo ottenendo sul campo. Abbiamo finora conquistato cinque vittorie, giocando duro e con le giuste motivazioni, le stesse che ci accompagnano ora alla sfida contro Chiusi, che vogliamo superare per vendicare la sconfitta subita nel precampionato. Per tale motivo, ci stiamo allenando forte, consapevoli che per spuntarla dovremo rispettare il nostro piano partita. Chiusi è una squadra tosta, ma può essere battuta e vogliamo superarla soprattutto per regalare un altro bel successo al nostro pubblico, che verrà sicuramente numeroso a sostenerci». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA