Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scafati-Casale Monferrato 77-55,
ora è 2-0 nei quarti di finale playoff

Martedì 10 Maggio 2022 di Stefano Prestisimone
Scafati-Casale Monferrato 77-55, ora è 2-0 nei quarti di finale playoff

Blinda quasi del tutto il passaggio alla semifinale playoff di A2 la Givova Scafati, che rispettando il pronostico bissa il risultato di gara uno contro Casale Monferrato, e si aggiudica anche gara due per 77-55. Ora basta una sola vittoria per passare il turno.

È stata una partita più tosta di quanto dica il punteggio quella disputata in un PalaMangano gremito come non mai in questa stagione agonistica. Non è stata una semplice impresa quella compiuta dagli uomini di patron Longobardi, che hanno dovuto soffrire per avere la meglio sulla compagine rossoblù, che per l’occasione ha schierato a sorpresa lo statunitense Williams, il cui tampone molecolare ha dato esito negativo, smentendo quello rapido di sabato scorso. Ancora una volta, invece, è stato assente il capitano Martinoni. A fare la differenza tra i due quintetti è stato ancora una volta il superiore tasso tecnico di quello di casa, più ampio e meglio assortito, che ha fatto della difesa il suo marchio di fabbrica, riuscendo a tenere l’avversario a soli 55 punti. Da incorniciare la prestazione di Daniel, autore di una doppia doppia (18 punti e 10 rimbalzi), e dell’ultimo arrivato Cournooh (13 punti), tra i migliori in campo (nella foto). Tutti e dieci gli uomini utilizzati da coach Rossi sono andati a punti. 

Coach Alessandro Rossi: «È stata una partita difficile, in pieno stile playoff, tirata e carica di tensione agonistica. Tolto il primo quarto, abbiamo prodotto uno sforzo difensivo notevolissimo, tenendo gli avversari a soli 55 punti, sebbene fosse rientrato Williams. In attacco ci hanno messo in difficoltà con l’adozione di scelte tattiche non facili da risolvere. Siamo stati bravi a trovare fluidità e continuità di gioco, nonostante le percentuali basse, frutto della difesa di Casale Monferrato. Dobbiamo ora rigenerarci, perché le partite in terra piemontese non saranno del tenore di queste prime due, mi aspetto delle vere e proprie battaglie. Dobbiamo sperimentare poi cosa significa giocare in trasferta nei playoff»,

© RIPRODUZIONE RISERVATA