Il caso di Avellino, iscritta alla B
ma senza neppure un tesserato

Venerdì 28 Agosto 2020 di Stefano Prestisimone
Paradossale ma per fortuna ancora aperta la situazione alla Scandone Avellino, unica tra le 64 squadre iscritte alla serie B 2020/21 senza alcun giocatore tesserato (come rivela Superbasket). La società, salvata per i capelli all'inizio della scorsa stagione grazie all'intervendo del sindaco irpino ed ex giocatore Gianluca Festa, non ha alcun giocatore al momento tesserato e non si parla di trattative. L’unico impegno è con il coach Gianluca De Gennaro (nella foto), che attende ovviamente comunicazioni da parte della dirigenza. I tempi lunghi dell’inizio della B – prima partita ufficiale al 15 novembre – aiutano la Scandone, che vorrebbe però evitare le problematiche organizzative della stagione passata, costate 6 punti di penalizzazione da scontare nel 2020/21 per ritardi nelle scadenze di ingiunzioni di pagamento per lodi esecutivi della gestione De Cesare comminate dal Consiglio Federale. Il club sta ancora attendendo le decisioni del Tribunale in relazione alla richiesta di scissione dal gruppo Sidigas (come rivela Superbasket), il ramo di azienda relativo alla società cestistica, che consentirebbe operatività in tempi più rapidi. La dirigenza irpina si è iscritta al campionato e pare abbia trovato un accordo per transare i BAT (Basketball Arbitration Tribunal), persi con Jason Rich e la sua agenzia.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA