Juve Caserta esclusa dalla A2;
D'Andrea: «Ma vogliamo la B»

Venerdì 7 Agosto 2020 di Stefano Prestisimone
Inutili i tentativi di salvataggio. Dopo 3 anni di patimenti, tra mancate iscrzioni, rifondazioni, ripescaggi dalla B (nell'estate 2019), lo Sporting Club Juvecaserta, che porta il nome dell'unica squadra  campana capace di vincere uno scudetto (nel maggio '91), è stato tristemente escluso dal campionato di A2 di basket.

La decisione è stata presa dal Consiglio Federale della Federbasket riunitosi ieri a Roma. Decisivi i controlli della ComTec, la commissione tecnica di controllo, che già la scorsa settimana aveva dato parere negativo all'iscrizione della società casertana perché non erano stati rispettati i requisiti minimi richiesti. Al centro le liberatorie sui pagamenti al 30 marzo 2020, saldo di lodi esecutivi e BAT che bloccavano il mercato. Il neo presidente Nicola D'Andrea (al centro nella foto tra il gm Marrugani e il coach Oldoini), aveva comprato il pacchetto di maggioranza lo scorso giugno da Iavazzi e intendeva creare una polisportiva.

"Preso atto attraverso gli organi di stampa che il Consiglio Federale della Fip ha decretato la nostra esclusione dal campionato di basket di serie A2 2020-2021, qualora non ci fosse un adeguato riposizionamento nella categoria inferiore (serie B), valuterà il ricorso al Tar. Una volta ricevuta ufficialmente la comunicazione e le motivazioni della esclusione ci sarà una conferenza stampa dove sarà spiegato nei minimi dettagli tutto l'iter svolto dall'ingresso di Nicola D'Andrea". questo il comunicato del club. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA