Juvecaserta sulle ali dell'entusiasmo
dopo la ritrovata vittoria in casa

Venerdì 22 Novembre 2019 di Salvatore Cavallo
Due vittorie consecutive, il primo successo casalingo e un ritrovato entusiasmo accompagneranno domani (ore 20.30) la Juvecaserta nella delicata e insidiosa trasferta sul parquet del Palageorge per affrontare Orzinuovi.
Nel momento di maggiore difficoltà con tre sconfitte interne sul groppone, gli infortuni di Seth Allen e Marco Cusin ed i fischi impietosi del Palamaggiò, la band di Nando Gentile ha reagito con forza e veemenza. La Juvecaserta è riuscita, infatti, a stoppare il trend negativo ed a prendere in mano l'inerzia della stagione. La sterzata data al campionato, tuttavia, va oltre la doppietta con Forlì e San Severo perché i bianconeri, quando si sono ritrovati spalle al muro, hanno saputo fare quadrato con l'allenatore, cementando il gruppo e raschiando il fondo del barile. La riscossa bianconera è stata la grinta. Piuttosto che stare lì a rimuginare sugli errori commessi (soprattutto in casa) ed a piangersi addosso per l'eccessiva dose di sfortuna di questa prima fase della stagione, Giuri e compagni si sono rimboccati le maniche ed hanno tirato fuori il massimo, andando oltre i loro limiti.

LEGGI ANCHE Juvecaserta, prima vittoria al Palamaggiò con San Severo

Dopo aver subito spesso e volentieri le scorribande offensive degli avversari, nelle ultime due uscite Caserta ha messo in campo una difesa molto più efficace, grazie anche ad alcuni tatticismi e correttivi di coach Gentile. Così la media dei punti subiti è scesa dagli 87 delle prime 7 giornate ai 78 delle ultime due, vale a dire ben 9 punti in meno incassati per gara. In attacco, perdendo un elemento da oltre 20 punti come Allen, la Juvecaserta ha puntato su una più efficace circolazione di palla, ottenendo una migliore distribuzione delle responsabilità offensive; va evidenziato anche l'equilibrio tra tiri da due e da tre (rispettivamente 75 e 40), senza quella ricerca esasperata della tripla dopo pochi secondi dell'azione. Non è un caso se mercoledì ben 6 uomini siano andati in doppia cifra ed a turno tutti siano riusciti ad essere coinvolti.

Sono poi emerse le individualità a partire da Marco Giuri, giocatore non certo da scoprire ma che partita dopo partita sta diventando, soprattutto in difesa, l'anima della squadra. Hassan sembra aver assorbito ormai l'impatto con la A2. Piacevoli sorprese sono poi arrivate da Bianchi e Sousa. Il primo sta prendendo le misure alla A2 e tiene il campo con sempre maggiore autorità, senza disdegnare all'occorrenza iniziative individuali mentre il secondo ha messo in mostra indubbie qualità offensive e può essere un prezioso valore aggiunto. Segnali importanti anche da Valentini. Infine il club di Pezza delle noci è stato punito dal giudice sportivo con un'ammenda di 225 euro «per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri».
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA