Juvecaserta ko alla Comtec:
sei giorni per restare in pista

Sabato 25 Luglio 2020 di Salvatore Cavallo
Sette giorni per far continuare a rimbalzare il pallone sul parquet, una sola settimana per non sparire: è questo il verdetto della Comtec dopo l'esame della situazione della Juvecaserta. Un verdetto durissimo che mette spalle al muro il sodalizio di Pezza delle noci, chiamato a dare risposte entro il 31 luglio.

Ad oggi, la Juvecaserta sarebbe esclusa dal prossimo campionato di serie A2. Il tempo a disposizione per sistemare conti, bilanci e incartamenti è ridotto all'osso e il timore che il prossimo 6 agosto il Consiglio Federale non ammetta la Juvecaserta alla serie A2 del 2020/21 si è ormai trasformato in un vero e proprio incubo. Lo spettro di rivedere i fantasmi del 1998 e del 2017 aleggia minaccioso sulla città della reggia vanvitelliana, togliendo il sonno agli appassionati della pallacanestro made in Caserta. La Comtec, chiamata ad analizzare lo stato di salute dei club di A ed A2, almeno per il momento ha bocciato il club bianconero, invitando prescrizioni ed adempimenti a cui ottemperare. Per cambiare le carte in tavola e per far sì che il parere della Comtec, oggi negativo, possa diventare positivo e quindi favorevole all'iscrizione della Juvecaserta al campionato 2020/21, il nuovo proprietario Nicola D'Andrea dovrà riuscire in un'impresa, secondo molti addetti ai lavori, a dir poco titanica. Per dirla in termini ciclistici, quelli tanto cari a D'Andrea, Caserta dovrà scalare il Mortirolo per riuscire a tagliare il traguardo. Bat, lodi federali, liberatorie, debiti di vario genere ed un'indispensabile ricapitalizzazione per rispettare il parametro dell'indebitamento: questi i contenuti della comunicazione formale giunta nella Piana del Volturno da parte della Comtec che ha anche anticipato come, ad oggi, la Juvecaserta non avrebbe i requisiti richiesti per l'iscrizione alla nuova stagione di serie A2. Dalle stanze dei bottoni del Palamaggiò trapela grande determinazione e voglia di riuscire ad andare a canestro, con il presidente Nicola D'Andrea al lavoro, coadiuvato dai suoi più stretti collaboratori e dal commercialista, per sistemare ogni pendenza e dare un futuro alla Caserta dei canestri.

A fare da contraltare a questa situazione di grande preoccupazione sul domani del nuovo corso bianconero c'è il mercato, con l'ultimo acquisto Kirill Korsunov, ala-pivot esteone classe 2000 appena ingaggiata con un contratto biennale, ad esprimersi in termini entusiasti per l'accordo raggiunto con la Juvecaserta. «Sono contento di questa nuova esperienza e spero di dare il massimo per un club che ha una storia importante nel panorama cestistico italiano» ha affermato il lungo ex Don Bosco Livorno che ha aggiunto: «Sarà fondamentale per me farmi trovare pronto facendo il salto di categoria. Darò tutto per regalare tante soddisfazioni ai tifosi della Juvecaserta». © RIPRODUZIONE RISERVATA