Juvecaserta, su il sipario:
con la favorita Verona senza Carlson

Sabato 5 Ottobre 2019 di Salvatore Cavallo
Inizio di regular season subito ad alto tasso di difficoltà per la Juvecaserta impegnata domani (ore 18) sull'ostico parquet dell'Agsm Forum. La Scaligera Verona griffata Tezenis, avversaria della 1ª giornata del girone Est di serie A2, è una delle più autorevoli candidate alla promozione in A ma i bianconeri scenderanno in campo intenzionati a mettere a segno subito un colpaccio on the road. Giuri e Cusin rappresentano una delle armi più efficaci nei giochi di coach Nando Gentile; in particolare dal pick&roll dell'asse play-pivot possono nascere situazioni offensive produttive ed efficaci sia per loro che per i compagni di squadra. Allen, Hassan e Turel sono pronti, infatti, a punire le difese avversarie che dovessero collassare in area per proteggere il ferro.
 
La Juvecaserta dovrebbe presentarsi priva dell'americano Carlson, ancora alle prese con la distorsione alla caviglia, così Valentini sarà chiamato a confermare quanto di buono fatto sinora; Bianchi dal canto suo vorrà ripagare la fiducia del coach che l'ha preferito a Stanic. Sousa, infine, sta pian piano recuperando e proverà, anche se con un minutaggio ridotto, a portare il suo contributo. Gentile non ama piangersi addosso e non penserà all'assenza di Carlson, aspettandosi, invece, una squadra battagliera e capace di lottare dalla contesa al suono della sirena finale. Rispetto all'uscita del torneo di Caserta Seth Allen dovrebbe essersi meglio inserito nei meccanismi della squadra; la guardia americana ha sin da subito messo in mostra il suo talento ed a Verona potrà essere un fattore importante ed una minaccia costante per i padroni di casa. La Juvecaserta dovrà, poi, mordere il freno in difesa, giocando con aggressività ed intensità, chiudendo le linee di passaggio ed alzando un muro nell'area colorata per proteggere i tabelloni. Dal canto loro gli scaligeri allenati dall?esperto Luca Dalmonte hanno allestito un roster di grande esperienza e profonda conoscenza della categoria, con diversi elementi in grado tranquillamente di ben figurare al piano superiore. In particolare Kenny Hasbrouck e Giovanni Rosselli, ingaggiati quest'estate dal general manager Alessandro Giuliani, hanno portato in dote ai veronesi la vincente avventura vissuta lo scorso anno con la Fortitudo Bologna. Saranno proprio Hasbrouck e Rosselli i principali pericoli per la difesa casertana che dovrà guardarsi anche dal play-guardia statunitense Jermain Love, senza lasciare troppo spazio neanche a Severini, esterno con mano sempre calda nel tiro dalla lunga distanza. Sotto le plance Udom e Candussi sono due autentiche certezze per Dalmonte che può contare anche su Poletti. © RIPRODUZIONE RISERVATA