JuveCaserta, Giuri in recupero
Cusin ancora al palo

Domenica 1 Marzo 2020 di Candida Berni Canani
In attesa di conoscere la nuova calendarizzazione del campionato di basket di A2 la Juvecaserta prosegue ad allenarsi al Palamaggiò.
Per il team casertano è stato il secondo fine settimana privo di partite ufficiali. Infatti la gara con Ferrara, in programma il 23 febbraio, era stata posticipata a martedì 25 e poi non disputata per la sospensione delle attività agonistiche, così come l'ultima giornata della prima fase della regular season che è stata congelata, sempre a causa delle misure previste per arginare la diffusione del Coronavirus.
LO SCRIMMAGE
Ieri pomeriggio i bianconeri hanno scelto di sostenere uno scrimmage a Castelmorrone con il Sant'Antimo, serie B, anch'esso fermo. È stato un intenso allenamento condiviso fra le due compagini campane, che ha permesso a coach Gentile di verificare, fra l'altro, le condizioni di Marco Giuri, rimasto a lungo ai box per infortunio. Non ha potuto invece disporre del centro Marco Cusin, rimasto precauzionalmente in panchina per un risentimento al ginocchio, a seguito di una botta rimediata la settimana scorsa. Nel corso dello scrimmage lo staff tecnico ha chiesto ai bianconeri di essere aggressivi soprattutto sul pick & roll; la risposta è venuta soprattutto nella seconda parte della gara, quando c'è stata una migliore veicolazione della palla e un migliore gioco del collettivo, che hanno permesso a Giuri e compagni di recuperare l'iniziale svantaggio.
«BUON LIVELLO»
«È stato un buon allenamento ha affermato Nando Gentile inizialmente siamo stati un po' sotto tono, ma nel terzo e ultimo quarto ci siamo espressi su buoni livelli».
L'amichevole con il Sant'Antimo si è conclusa con il punteggio di 82-70 per la Juvecaserta. Adesso si tratterà di vedere come si regoleranno la Fip e la Lega Nazionale Pallacanestro alla luce del nuovo provvedimento che interessa espressamente le regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna dove sono previsti altri sette giorni di «misure restrittive» nell'intento di fermare il contagio del Covid-19. Infatti lo stop alle manifestazioni in genere, oltre alla chiusura delle scuole, andrebbe a protrarsi fino a domenica 8 marzo compresa.
IL CALENDARIO
A questo punto saranno le singole federazioni a decidere come gestire i vari campionati. Si parla, sempre più insistentemente, di far giocare, nelle regioni maggiormente coinvolte, gli incontri non disputati in serie A2 di basket a porte chiuse, essendo, fra l'altro, saltata la contemporaneità dell'ultima giornata.
Ma già nel massimo campionato di calcio è stato deciso: niente porte chiuse, per cui non resta che attendere le decisione dei vertici del basket italiano per sapere come proseguirà questa stagione. E a proposito di attese, la Juve sta aspettando anche il giudizio che la Fiba deve esprimere sul ricorso presentato dal club bianconero rispetto alla presunta continuità societaria tra la vecchia e la nuova Juve ravvisata dall'organismo internazionale.
IL MERCATO AL PALO
Un silenzio che di fatto sta bloccando il mercato dell'attuale sodalizio casertano in quanto sulle precedente società pendono alcuni lodi. Ma intanto il 28 febbraio è stato l'ultimo giorno per i due tesseramenti suppletivi liberi.
A questo punto, in base al regolamento, fino al 31 marzo le squadre che già non hanno inserito tre senior da inizio stagione potranno aggiungere un elemento proveniente dalla serie A o mai tesserato in Italia nel 2019-20. Dal 1° aprile e fino al venerdì precedente l'inizio dei playoff e playout si potrà invece ingaggiare un cestista mai tesserato in Italia nel corso della stagione. Da ciò si evince che sul piano di una campagna acquisti in corso d'opera lo SC Juvecasera è stata, comunque, penalizzata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA