La A2 di basket a 3 giorni dal via,
Grassi: «Non vedevamo l'ora»

Giovedì 19 Novembre 2020 di Stefano Prestisimone

Meno 3 dall'inizio del campionato di A2  più sofferto della storia. Già rinviato rispetto ai normali tempi per via del virus, ha subito un ulteriore ritardo, slittando al 22 novembre. Il Napoli Basket dopo un precampionato tutto fatto in casa, a parte il torneo di Caserta e i 3 match di Supercoppa, sembra ben pronto all'esordio di domenica a Roma alle 18. "Finalmente si parte. Sicuramente è un momento molto complicato, ma sono del parere che iniziare i campionati sarà fondamentale in quanto, in caso di fermo, tutto lo sport minore rischierebbe davvero la fine, e tutto diventerebbe più difficile - dice il presidente Grassi a radio Kiss Kiss -,. Ci sono comunque passi da fare complicati. Con il lavoro che stiamo facendo in lega si cerca di far pervenire finanziamenti a tutte le società, poiché davvero ci sono difficoltà ovunque. La mancanza di tifosi sta causando una complicazione ulteriore. Dobbiamo però ragionare da imprenditori, in maniera logica, facendo si che lo sport possa continuare. Il primo step sarà sicuramente finire il girone d’andata ed ottenere una prima classifica che sarà molto importante. Ovviamente proveremo a completare tutta la regular season, sperando di dover recuperare quante meno partite possibili. La fase ad orologio sarà subordinata alla disponibilità temporale.  Per quanto riguarda l'esordio di domenica prossima contro l'EuroBasket Roma, sarebbe bello sfatare il tabù che, in tre anni di presidenza, non ci ha mai visto vincere la prima giornata di Campionato. Il progetto della Gevi Napoli Basket è molto ambizioso, l’obiettivo è arrivare fino in fondo per giocarci le nostre carte in chiave promozione. Ci tenevo molto ad entrare nel direttivo di Lega, ed inoltre sono molto contento di aver ricevuto la delega sul settore giovanile, un argomento a cui tengo davvero tanto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA