La Gevi fa cinquina, Pistoia va ko:
Marini mvp con 11 punti nel finale

Mercoledì 10 Febbraio 2021 di Stefano Prestisimone
La Gevi fa cinquina, Pistoia va ko: Marini mvp con 11 punti nel finale

La Gevi fa cinquina contro Pistoia (79-64) e appaia temporaneamente al primo posto Forlì ,al termine di una partita strana che poteva nascondere il veleno nella coda. Domina Napoli, sale fino a +18, sembra aver chiuso la partita al 30', ma poi ha un black out, si smarrisce, perde palloni in serie mentre Pistoia sale di giri e ne approfitta con un 14-0 che vale il 60-56. Poi sale in cattedra Marini (nella foto di Falanga), che sigla 9 punti in un battibaleno respingendo gli avversari. per lui alla fine 19 punti di cui 11 segnati negli ultimi giri di lancetta. Positivi anche Lombardi (13), Parks e Mayo (12), Monaldi (11). Bene anche Zerini (8 punti e 7 rimbalzi), che ha lottato a rimbalzo giocando tanti minuti per l'infortunio alla caviglia di Iannuzzi, che sarà valutato in questi giorni. Primo quarto equilibrato, Pistoia regge avanti fino all'8-9, Monaldi sbaglia 4 triple, poi Napoli sale di giri con Parks e Lombardi e con un 5-0 va sul 13-9 e poi regge l'urto dei toscani fino al 21-15 del 10'. Peccato per l'infortunio di Iannuzzi, una distorsione alla caviglia piuttosto seria che lo costringe ad andare negli spogliatoi a braccia. Secondo quarto con Pistoia che lancia la zona ma finisce a -8. Poi i toscani recuperano: guidati da Saccaggi, anonimo fino a quel momento, (che segna 5 punti in fila) si avvicinano fino al -3, 32-29. Finale di secondo quarto tutto azzurro, con Parks e Monaldi, che si sblocca e trascina i suoi fino al +9 dell'intervallo. Terzo quarto con Napoli a comandare senza problemi, Mayo in gran spolvero e sul 60-42 sembra finita. Ma nell'ultimo quarto Piatoia risale con un clamoroso 14-0, arriva fino al 60-56, ha anche la palla per il -2 ma Napoli risale sulle spalle di Marini che segna 9 punti consecutivi per allontanare il pericolo e far decollare di nuovi i suoi.   

«Abbiamo fatto una buona partita - dice coach Sacripanti a fine gara -. La chiave è stata la difesa che ci ha permesso di governare il ritmo. Abbiamo avuto una gestione molto importante anche se c’è stato un momento in cui abbiamo smesso di attaccare  e muovere la palla e loro sono riusciti a rientrare. Pistoia è una squadra molto forte. Siamo molto amareggiati per l’infortunio di Iannuzzi anche perché non sembra essere una cosa lievissima. Il giocatore ha subito una distorsione alla caviglia abbastanza pesante. Ora abbiamo Cento e poi una pausa che potrà servirci per recuperare».

Ultimo aggiornamento: 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA