La Giba: stipendi non pagati in A2
Grassi: devono fare i nomi dei club

Mercoledì 6 Maggio 2020 di Stefano Prestisimone
Il Napoli Basket e in particolare il patron Federico Grassi, ha risposto in modo secco alle dichiarazioni rilasciate da Mario Boni, ex giocatore di grande livello, e vicepresidente della Giba, l’associazione giocatori, che ha dichiarato: “La prossima stagione potrebbe anche non iniziare. Molti nostri associati non ricevono stipendio da febbraio, diversi club hanno tagliato il 30% di ingaggi che in A2 toccavano 3-4 mila euro mensili, mentre in B 1500-2000. Non essendo professionisti non hanno neanche tutele giuridiche, non esistendo un contratto di lavoro collettivo come in A. Tutto è basato su scritture private. La Lnp ha formulato una proposta di contratto collettivo irricevibile dove con essa un giocatore fuori quattro mesi per infortunio perde il posto di lavoro. Siamo allo scontro”.

Questo il comunicato di risposta del club presieduto da Federico Grassi: “Non volendo entrare nel merito della polemica sollevata dal sig. Mario Boni che certamente in questo periodo già difficile e complesso sarebbe stata più opportuno rinviare, ci saremmo aspettati che non coinvolgesse in maniera indiscriminata tutto il sistema, e le società di serie A2 che operano nel basket. Da un uomo di spessore e di esperienza come lui ci saremmo aspettati che avesse avuto quantomeno il coraggio di accusare con dovizia di particolari quali siano le società, che secondo il suo parere, non corrispondono gli stipendi da febbraio 2020, e sono manchevoli di ulteriori inadempienze nei riguardi dei giocatori. Ribadiamo che in questa complessa e drammatica situazione, che vede tutti gli sforzi da parte di molte società, unitamente al Presidente Federale Petrucci ed alla dedizione del Presidente della LNP Basciano, rivolti non solo al  rispetto ed alla definizione degli accordi relativi a questa stagione, ma proiettati ad organizzare nel migliore dei modi l'inizio della prossima stagione allo stato ancora tutta da definire nei tempi e nelle modalità, non ci saremmo aspettati un attacco così generico e semplicistico del vicepresidente della Giba. Così facendo il sig. Mario Boni svilisce l'operato di tutte le società che hanno, con enormi sacrifici, sempre rispettato gli impegni assunti, e lavorano alacremente per far sì che il basket, e nello specifico la serie A2, possa proseguire il suo cammino. © RIPRODUZIONE RISERVATA