Matteo Imbrò alla Givova Scafati: ecco il puntello italiano per coach Caja

Ho scelto di venire a Scafati dopo che coach Caja mi ha telefonato»

Matteo Imbrò con la casacca della Tezenis Verona
Matteo Imbrò con la casacca della Tezenis Verona
di Stefano Prestisimone
Giovedì 24 Novembre 2022, 13:57
3 Minuti di Lettura

Nuovo arrivo in casa Scafati. Il club ha raggiunto l’accordo fino al termine della stagione con Matteo Imbrò, già a Scafati nella giornata di ieri, dopo avere rescisso consensualmente il contratto con la Tezenis Verona. È un play-guardia con grande esperienza, nonostante la sua giovane età, in grado di prendersi responsabilità importanti, grazie alle proprie qualità balistiche (è un gran tiratore da 3) e di palleggiatore. Una notizia che arriva quasi in contemporanea con l'addio a Aristide Landi, rilasciato dal club.

Nato ad Agrigento il 12 febbraio del 1994, ha vinto il titolo regionale under 14 con il Basket Trapani e l’anno successivo lo scudetto under 15 con la Virtus Siena, società che gli ha permesso di disputare anche il Trofeo delle Regioni con la Toscana, aggiudicandosi il titolo di miglior giocatore della competizione, e di vincere uno scudetto under 17. Le sue esperienze seniores sono cominciate proprio dalla Virtus Siena nel 2009 ed è con il sodalizio toscano che ha vinto la Coppa Italia di serie A Dilettanti nel 2011. Dopo una breve esperienza in Div. Naz. B con la Eagles Basket Bologna, è approdato in serie A nel 2012/2013 con la maglia della Virtus Bologna, con cui si è aggiudicato anche due scudetti under 19 e ne è diventato capitano all’età di solo 19 anni. Dopo un brutto infortunio, è ritornato in campo nel 2015/2016 in serie A2 con il Basket Ferentino. Poi, nell’estate del 2017 è passato a Treviso (ove ha avuto Logan come compagno di squadra), con cui ha vinto la Coppa Italia ed il campionato di serie A2, ottenendo la promozione in massima serie. Con la società trevigiana ha giocato per ben cinque stagioni di fila in serie A, l’ultima delle quali è stata chiusa con 10,2 punti e 3,3 assist di media in campionato e 5,9 punti e 2,5 assist di media in Champions League. L’estate scorsa ha firmato un biennale con Verona, rapporto interrotto questa settimana dopo 7 gare disputate con 5,9 punti e 2 assist di media. Con la nazionale ha disputato invece due Europei under 16 ed under 18 e vinto quello under 20 in Estonia nel 2013. La maglia della nazionale maggiore è stata invece indossata nel dicembre 2012 e poi nel 2015, convocato proprio da coach Caja con la Sperimentale, per prendere parte a due competizioni internazionali ed una tournée in Cina. Infine, nel 2016 è stato convocato in Nazionale anche da coach Messina, per partecipare al torneo di Trento. 

Imbrò commenta così il suo arrivo a Scafati: «Ho scelto di venire a Scafati dopo che coach Caja mi ha telefonato, trasmettendomi una grande carica ed energia. Voglio dimostrare quello che valgo, voglio aiutare i miei compagni e la società a risalire la china in classifica. Del team gialloblù conosco bene Monaldi e Logan, con cui ho giocato insieme, ma conosco anche Stone e tanti altri contro i quali ho già avuto il piacere di affrontarmi in più occasioni da avversario». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA