Napoli batte Palestrina in gara 3:
vittoria d'oro ma che sofferenza

Sabato 18 Maggio 2019 di Stefano Prestisimone
Napoli vince al fotofinish gara-3 di seminfinale playoff (67-65) dopo aver dominato in lungo e in largo nel corso della gara. Ultimo quarto con il cuore in gola, i laziali gradatamente si avvicinano, arrivano quasi a contatto ma sbagliano il tiro del sorpasso e nell'ultimo giro di lancetta gli azzurri resistono portando a casa un successo fondamentale per sperare nella qualificazione alla finale. Gli azzurri hanno schierato anche Guarino (nella foto), recuperato anche se non al 100%.

Mvp Chiera, 18 unti e una energia straordnaria, grande Bagnoli (16), che ha recuperato l'ultimo prezioso rimbalzo offensivo sui tiri liberi sbagliati di Dincic. Bene Erkmaa. Ora si torna in campo già domenica alle 18 sempre a Casalnuovo per gara-4. 

Inizio con Napoli subito in testa, Palestrina soffre la gran difesa azzurra, Bagnoli e Dincic non sbagliano in attacco e il gap è immediato (12-4), con Ponticiello che si rifugia in time out. Una tripla di Erkmaa vale il +11 (15-4), Ochoa prova a risollevare i suoi, ma Napoli resta salda in testa. Lulli inserisce Guarino e Milani a fine primo quarto, il capitano contende subito un rimbalzo e pare in buone condizioni e il +10 (22-12) di fine primo quarto è lo specchio di una superiorità marcata. Con Bagnoli in panchina Malagoli si rende utile, Milosevic lo imita e il break arriva a 12 lunghezze (26-14), ci sono minuti di confusione, con errori a ripetizione, Di Viccaro commette il terzo fallo e Palestrina arriva a -7. Ma non sfrutta un paio di chances di ridurre  ancora il gap e la Gevi riallunga con due triple di Chiera e Erkmaa chiudendo a metà gara sul 37-23. La forbice si allarga (40-25), poi i laziali si riavvicinano (40-29) con Morici, spesso difficile da tenere per gli azzurri. Con Bagnoli la Gevi torna a +13, poi va  a +15, ma Palestrina ci riprova e chiude a -11 al 30'. Ultimo quarto con Palestrina che si avvicina pericolosamente, arriva a -2 ma non basta, gli azzurri stringono i denti e portano a casa la vittoria. © RIPRODUZIONE RISERVATA