Amarcord show al Palabarbuto:
Napoli batte Scafati per 71-70

Amarcord show al Palabarbuto: Napoli batte Scafati per 71-70
di Stefano Prestisimone
Domenica 25 Settembre 2022, 22:43
2 Minuti di Lettura

Serata speciale al Palabarbuto con il match tra le vecchie glorie di Napoli e Scafati. Una partita simbolica per rendere omaggio a chi ha fatto la storia della pallacanestro campana. Un tuffo nel passato, con tantissimi protagonisti degli ultimi 50 anni. Per andare più indietro nel tempo, partiamo da Williams, Fucile, e poi Abate, D’Orazio, Cioffi, Scodavolpe, Di Tella, Trevisan, Pepe, Bonapace, La Forgia e anche l’ex medico storico, Lucio Cillo. In campo ex degli anni ’80, ’90 (Cordella, Sbarra, Bonamico, Sbaragli, Dalla Libera, La Torre, Busca, Ragazzi), degli anni 2000 (Malaventura, Rajola, e anche quattro degli alfieri della Coppa Italia vinta nel 2006, Lynn Greer, Alessandro Cittadini, Mimmo Morena e Valerio Spinelli)., oltre al presidente Mario Maione.

Presentazione all’americana con luci abbassate e ingresso uno per volta da Massimo Antonelli a Jim Williams, lievemente claudicante ma con un gigantesco pezzo di storia sulle spalle, così come coach è meraviglioso rivedere a Napoli Tonino Zorzi, 87 anni, e accanto a loro Manfredo Fucile. Tre dei protagonisti della Coppa Coppe del ’70, di nuovo assieme per una sera. Grandi applausi per Lynn Greer (al tiro da 3 nella foto di Alfredo De Lise), in forma perfetta e per Mimmo Morena, salutato dal coretto storico, ”Un capitano, c’è solo un capitano”.  Ad arbitrare un ex super fischietto, Rino Colucci, il più grande arbitro napoletano di tutti i tempi. con mondiali e olimpiadi. Si ricompongono in campo pezzi di storia, assieme in quintetto ad un tratto ci sono Sbaragli, Sbarra, Dalla Libera, Cordella e Ragazzi. Era il Napoli Basket di Nicola De Piano. Sbaragli e Dalla Libera si mettono in luce, come Colson, Chiacig, Corvo, Rossi, Longobardi, Vitiello e Masper per Scafati. Ad un tratto si vedono in campo il presidente Grassi e Diego Maradona junior. C’è anche una leggenda del basket femminile Chicca Macchi, C’è chi gioca per puro divertimento, chi invece ci prova con agonismo. Il break lo fa Greer con due triple in fila. Poi Napoli resiste all'assalto finale di Scafati e vince di un punto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA