Nba, Gallinari trascina gli Hawks
alla vittoria con Phoenix: ok Jazz

Giovedì 6 Maggio 2021
Nba, Gallinari trascina gli Hawks alla vittoria con Phoenix: bene Jazz e Nuggets. I risultati

Un super Danilo Gallinari trascina gli Atlanta Hawks al successo contro i Phoenix Suns in Nba, secondi in classifica a est. Non è mancato lo spettacolo nel turno di questa notte in Nba, con il campione azzurro in grande evidenza. Per lui un personale di 16 punti, 5 rimbalzi e 4 assist, nel successo di Atlanta con il netto punteggio di 135-103 su una delle squadre dominatrici della stagione. Nelle zone alte di classifica a ovest, continua la marcia dei Denver Nuggets, stanotte vincitori per 113-97 sui New York Knicks, un successo che vale il terzo posto in compagnia dei Clippers. In chiave playoff vittorie importanti per Portland e Memphis, rispettivamente sui Cavs (141-105) e sui Timberwolves (139-135). Ora le due formazioni occupano gli ultimi due posti utili della Western per proseguire la stagione.

Ancora uno scivolone invece per i San Antonio Spurs, battuti dagli Utah Jazz per 126-94 e ora in decima posizione, alle spalle dei Warriors e dunque fuori dai playoff. I risultati degli incontri di regular season Nba giocati nella notte in Usa. Atlanta Hawks-Phoenix Suns 135-103; Houston Rockets-Philadelphia 76ers 115-135; Cleveland Cavaliers-Portland Trail Blazers 105-141; Orlando Magic-Boston Celtics 96-132; Milwaukee Bucks-Washington Wizards 135-134; Indiana Pacers-Sacramento Kings 93-104; Minnesota Timberwolves-Memphis Grizzlies 135-139; Utah Jazz-San Antonio Spurs 126-94; Denver Nuggets-New York Knicks 113-97.

Nba, non basta LeBron James: i Lakers vanno ko anche con i Raptors. I risultati delle partite

Houston Rockets-Philadelphia 76ers 115-135

Philadelphia batte a domicilio Houston per 115 a 135, grazie ad un Joel Embiid formato Mvp. Alla sirena sono 34 punti per il camerunense, con 12 rimbalzi e 16/18 ai liberi. Al resto pensa l'ottima rotazione innescata da Doc Rivers, che porta ben 6 giocatori in doppia cifra tra cui Shake Milton (19 punti) e Tobias Harris (15). Rockets sconfitti nonostante 4 giocatori oltre i 20 punti. Il migliore è stato Kelly Olynyk: 27 punti, 11 rimbalzi e 8 assist.

Cleveland Cavaliers-Portland Trail Blazers 141-105

Portland supera invece facilmente Cleveland per 141-105, dominando tutti e quattro i periodi di gioco. Nonostante il clima di tensione per il possibile addio di coach Terry Stotts a fine stagione, i Blazzers danno l'ennesima prova di forza guidati dal solito Damian Lillard: 32 punti con 6/10 dall'arco e 9 assist. Bene anche Carmelo Anthony, a caccia del nono posto all-time dei migliori realizzatori Nba occupato da Moses Malone, con 16 punti. Cavaliers che non oppone resistenza e non va oltre i 18 punti con 7/14 al tiro, 4 triple e 8 rimbalzi di Kevin Love, che in soli 26 minuti realizza il peggior plus/minus di franchigia degli ultimi 9 anni: -45, come Antawn Jamison nel 2012.

Nba, super Chris Paul regala la vittoria ai Suns: bene anche Clippers e Jazz

Milwaukee Bucks-Washington Wizards 135-134

Quarta vittoria di fila per i Bucks che superano gli Wizards, in una partita straordinaria terminata 135 a 134. Degna di nota la prestazione di Jrue Holiday che mette a referto 29 punti e 6 assist. Bene anche Giannis Antetokounmpo (23 punti e 9 rimbalzi prima di abbandonare il parquet per falli a due minuti dal termine). Milwaukee, anche senza Khris Middleton, alle prese con un infortunio al ginocchio sinistro, avvicina sempre più il secondo posto dei Nets a Est. Washington resta aggrappata alla partita fino all'ultimo istante grazie a Bradley Beal: 42 punti (di nuovo davanti a Curry per punti di media a partita) con 14/24 dal campo, 4 rimbalzi, 3 assist e la tripla che a 5 secondi dalla sirena aveva riportato sul -1 gli ospiti. Menzione a parte per Russel Westbrook che mette a referto la 33esima tripla doppia in stagione (29 punti, 12 rimbalzi e 17 assist). Per il n.4 in maglia Wizards sono 179 in carriera, a -2 dal record di Oscar Robertson (181)

Utah Jazz-San Antonio Spurs 126-94

I Jazz battono di misura gli Spurs per 126 a 94 e, complice la sconfitta dei Suns, tornano in solitaria in vetta alla Western Conference. Una gara dominata anche senza Donovan Mitchell e Mike Conley, grazie a Jordan Clarkson autore di 30 punti e Bojan Bogdanovic con 24. Quinta sconfitta consecutiva per gli Spurs. Migliore in campo Luka Samanic con 15 punti, seguito dai 14 a testa di Devin Vassell e Drew Eubanks mentre tutti gli altri big non hanno raggiunto la doppia cifra.

Nba, Doncic trascina Dallas alla vittoria su Golden State: i risultati delle partite

 

Ultimo aggiornamento: 14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA