Nba, gli Utah Jazz ritrovano la vittoria: bene anche Bulls e Clippers. A Miami i Lakers vanno ko

Venerdì 9 Aprile 2021
Nba, gli Utah Jazz ritrovano la vittoria: bene anche Bulls e Clippers. A Miami i Lakers vanno ko

Gli Utah Jazz ritrovano la vittoria in Nba contro i Portland Trail Blazers: a segno Donovan Mitchell con 37 punti. La squadra di Salt Lake City si è imposta con un punteggio finale di 122-103. Per i Blazers il sorpasso al quinto posto a Ovest sui Lakers è quindi rimandato, nonostante i 23 punti di Lillard, i 19 di McCollum e i 13 di Powell. Di seguito i risultati delle partite valide per la regular season Nba: Miami Heat-Los Angeles Lakers 110-104; Toronto Raptors-Chicago Bulls 113-122; Oklahoma City Thunder-Cleveland Cavaliers 102-129; Dallas Mavericks-Milwaukee Bucks 116-101; Los Angeles Clippers-Phoenix Suns 113-103; Sacramento Kings-Detroit Pistons 101-113.

Utah Jazz-Portland Trail Blazers 122-103

I Jazz vincono e si lasciano subito alle spalle il ko incassato contro i Suns. Gara molto importante che i padroni di casa chiudono definitivamente nel terzo quarto, realizzando un parziale di 40-19. Protagonista della sfida è Donovan Mitchell, miglior realizzatore della notte con 37 punti raccolti tirando 14/25 dal campo. Menzione anche per Rudy Gobert che giganteggia sotto canestro: 18 punti e 21 rimbalzi per lui. Per Portland è la terza sconfitta nelle ultime quattro gare. Ancora una volta i Blazzers, rimandano l'aggancio al quinto posto a Ovest e l'eventuale sorpasso ai Lakers, nonostante un Damian Lillard da 23 punti e 6 assist. Bene anche Cj McCollum (19 punti) e Norman Powell (13 punti).

Nba, i Golden State Warriors battono allo scadere i Bucks: il match finisce 122-121

Los Angeles Clippers-Phoenix Suns 113-103

A Los Angeles i Clippers si impongono per 113 a 103 sui Suns grazie ai punti di Leonard, George e Rondo. Sono 33 i punti per Paul George, 27 per Kawhi Leonard e 15 con 9 assist per Rajon Rondo. Straordinarie le percentuali in casa Clippers: 50% dal campo, 48.6% da tre e quasi il 92% ai liberi (11/12). Alter super prestazione di Paul George, che dopo i 36 punti con il 61% al tiro realizzato contro Portland, aggiunge ai 33 punti di stanotte anche 7 rimbalzi, 3 assist e 2 recuperi. Phoenix sconfitta a neanche 24 ore di distanza dall'importante successo contro Utah. I Suns reggono un tempo grazie a un Devin Booker da 24 punti (12 dai liberi) a cui si aggiunge Mikal Bridges con 20 punti, Deandre Ayton con 18 punti e 10 rimbalzi e Chris Paul che si ferma a 13 punti.

Ai Nets il derby di New York, Lakers ok con Golden State grazie a un super LeBron

Miami Heat-Los Angeles Lakers 110-104

A Miami vanno invece ko i Lakers. Jimmy Butler, con 28 punti spinge i Miami Heat al successo per 110-104. Sul parquet di Miami i padroni di casa vincono in rimonta anche grazie all'apporto sotto canestro di Victor Oladipo e Tyler Herro autori di 18 e 15 punti. Parte bene Miami, 32-27 dopo il primo parziale coi detentori dell'anello che devono fare a meno di LeBron James ed Anthony Davis. All'intervallo lungo la franchigia della Florida, 27-25 in stagione, si trova però a dover rincorre 56-54. Miami rimette la testa avanti nel terzo quarto, 85-78. Nel finale gli Heat mettono a segno una serie di 9 punti a 4 portandosi sul 104 a 94 a 2'14 dalla sirena. I Lakers accorciano le distanze, 100-106 grazie a un tiro da tre di Kentavious Caldwell-Pope a 29» dalla fine ma Butler mette in cassaforte la gare realizzando 4 tiri liberi. Il miglior realizzatore dei Lakers, 32-20 in stagione, è Kentavious Caldwell-Pope che mette a referto 28 punti. A segno con 15 punti Andre Drummond, al rientro dopo 4 gare di assenza.

Nba, i Nets vincono il derby. Super Luka Doncic trascina i Mavericks: i risultati delle partite

Dallas Mavericks-Milwaukee Bucks 116-101

I Mavericks battono Milwaukee grazie ad uno straordinario Kristaps Porzingis che, nella sua prima doppia sfida in back to back da oltre due mesi, realizza 26 punti e 17 rimbalzi. Di un notevole peso specifico anche le giocate del solito Luca Doncic che sfiora la tripla doppia (27 punti, 9 rimbalzi e 9 assist con 11/20 al tiro e tre triple a bersaglio). «Il modo migliore per riprendersi dopo un passo falso: che vittoria». Questo il commento a fine partita di Nicolò Melli, autore di 6 punti in sette minuti e di un 2/2 da tre. Per i Bucks pesa ancora una volta l'assenza di Giannis Antetokoumpo alle prese con un fastidio al ginocchio. In sua assenza il top scorer è stato Donte DiVincenzo, autore di 22 punti con 6/10 dalla lunga distanza.

Nba, Gallinari decide la sfida con gli Spurs. Cadono ancora i Clippers

Toronto Raptors-Chicago Bulls 113-122

Vittoria importante per i Bulls che ha Tampa fanno la voce grossa grazie ai 22 punti a testa di Nikola Vucevic e Zack LaVine, con il secondo che aggiunge anche 13 assist per completare la terza vittoria di fila. Per Chicago bene anche la panchina: 18 punti da Lauri Markkanen, 15 da Koby White e 14 con 10 rimbalzi dal nuovo arrivato Daniel Theis. Ai Raptors non basta il nuovo massimo in carriera di Chris Boucher (38 punti e 19 rimbalzi) per evitare una sconfitta che li fa scivolare al decimo posto, a tre partite di distanza da Bulls.

NBA, gli Hawks di Gallinari ko contro i Nuggets. La partita finisce 126 a 102

Oklahoma City Thunder-Cleveland Cavaliers 102-129

Arriva finalmente la vittoria anche per Cleveland, che interrompe una striscia negativa che durava ormai da cinque partite. A guidare le operazioni ci pensa Collin Sexton con 27 punti. Ottimi anche Taurean Prince in uscita dalla panchina (22 punti e 6 assist), Darius Garland (21 punti) e Kevin Love autore di una doppia doppia da 18 punti e 11 rimbalzi. Cavaliers che si portano a ridosso dell'undicesimo posto occupato dai Raptors. A Okc non bastano i 23 punti di Ty Jerome (massimo in carriera) per evitare la quinta sconfitta di fila. Per i Thunder è la striscia negativa più lunga dal 2014-2015, quando furono sei.

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA