Nba, ai Lakers non basta LeBron:
Los Angeles ko con Portland 93-100

Mercoledì 19 Agosto 2020
Questi i risultati delle partite dei playoff Nba giocate nella notte in Usa, la sorpresa viene da Portland che ha battuto i Lakers di LeBron. Los Angeles Lakers-Portland Trail Blazers 93-100; Milwaukee Bucks-Orlando Magic 122-110; Indiana Pacers-Miami Heat 101-113; Houston Rockets-Oklahoma City Thunder 123-108.

A oltre sette anni di distanza dall'ultima partita playoff giocata dai Lakers, i gialloviola ripartono nella post-season con una sconfitta, battuti in volata dai Blazers che non patiscono la stanchezza del play-in e dimostrano di essere più reattivi e decisi nel quarto periodo. Decisive nel finale tre triple a segno, di cui una firmata Damian Lillard da distanza siderale e un'altra dal solito Carmelo Anthony - specialista nel realizzare canestri pesanti per Portland. Alla sirena finale sono 34 i punti messi a referto da Damian Lillard (con 6 triple, 5 rimbalzi e 5 assist), ancora una volta protagonista e trascinatore dei Blazers: nei 43 minuti con lui sul parquet, Portland chiude con un eloquente +19 di plus/minus. Doppia doppia da 16 punti e 15 rimbalzi per Jusuf Nurkic, mentre sono 21 quelli realizzati da CJ McCollum e 11 con 11 tiri quelli di un Carmelo Anthony che raccoglie anche 10 rimbalzi e ritrova la mira nel momento cruciale di gara.

Inizia così con una sconfitta l'avventura di LeBron James ai playoff con i Lakers, a quasi 800 giorni di distanza dall'ultima volta che il n°23 era sceso sul parquet per disputare una gara di post-season. James gioca una super partita e chiude con 23 punti, 17 rimbalzi e 16 assist - 24^ tripla doppia in carriera ai playoff, 23^ in generale in maglia Lakers (superato Kobe Bryant). I 16 assist inoltre sono anche il suo massimo in carriera nella post-season, ma non sono bastati per permettere ai Lakers di conquistare il successo nella prima sfida della serie. Il miglior realizzatore in casa Lakers è Anthony Davis, autore di 28 punti con 11 rimbalzi, ma con modeste percentuali dal campo: l'ex Pelicans chiude con 8/24 al tiro e 0/5 dalla lunga distanza, non riuscendo mai a incidere con i piedi oltre l'arco. Il suo -20 di plus/minus in 39 minuti ben racconta il suo impatto sulla gara.
Ultimo aggiornamento: 12:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA