La Gevi si fa beffare da Ravenna,
coach Sacripanti: «Troppi errori»

Lunedì 1 Marzo 2021 di Stefano Prestisimone
La Gevi si fa beffare da Ravenna, coach Sacripanti: «Troppi errori»

Sconfitta che brucia. La Gevi si fa beffare da Ravenna in casa (67-70) perdendo la chance di allungare su Forlì. Un finale davvero da dimenticare per gli azzurri che segnano solo 11 punti nell'ultimo quarto e permettono ai ravennati di mettere la freccia e beffarli. Una partita double face, con una squadra sciolta e tranquilla nella prima parte e poi l'involuzione terribile della seconda parte, con attacco totalmente impantanato. Parks (nella foto di Carlo Falanga) dopo una prima parte folgorante si è perso gradatamente (19 punti), Mayo, tolto nuovamente dal quintetto, a corrente molto alternata, Monaldi impreciso, Lombardi con poche chances, Marini arrembante ma un po' confusionario. Nel finale punto a punto Rebec, che non è un gran tiratore di liberi, subisce fallo, ma si lamenta per un crampo e viene sostituito da De Negri che fa due su due. Un momento chiave. Sul +3 per Ravenna a 8'' dalla fine Mayo si procura 3 tiri liberi ma sbaglia il terzo e dall'altra parte Cinciarini fa due su due.

Sacripanti a fine gara: «Avevamo approcciato bene la gara cercando di dare giusto ritmo ed energia nei primi venti minuti. Purtroppo nell’ultimo minuto del secondo quarto abbiamo buttato via cinque punti. Abbiamo avuto tanti tiri aperti che abbiamo sbagliato, poco controllo dell’area. E’ andata cosi, bisogna fare i complimenti a Ravenna.  Ora dobbiamo lavorare duramente in settimana  per cercare di trovare più ritmo nei 40 minuti, e fare le cose al meglio ritrovarndo fiducia nel nostro tiro. Abbiamo fatto 11 punti nell’ultimo quarto nonostante avessimo attaccato bene le varie difese nel primo tempo. Negli ultimi 10 minuti non siamo stati in grado di fare altrettanto». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA