Passerella di campioni alla Partenope
per «Quando il basket era leggenda»

Venerdì 3 Dicembre 2021
Passerella di campioni alla Partenope per «Quando il basket era leggenda»

 E’ il racconto di un’epoca che può essere definita leggendaria. Storie sportive straordinarie lontane nel tempo e che con gli anni hanno acquisito un alone speciale. Storie raccontate, tramandate, a volte amplificate. Nel libro "Quando il basket era leggenda" del giornalista Stefano Prestisimone e dell'ex campione Manfredo Fucile (edizioni LeVarie, 160 pagine, 12,50 euro) presentato oggi sul parquet della storica Palestra della Partenope ai Cavalli di Bronzo davanti ad una platea di 200 persone, si parte dalla scoperta della palla al cesto nel 1912, con le prime partite in città giocate all’istituto Salesiani del Vomero per poi virare sull’epopea della Partenope.

Un percorso minuzioso di racconto e ricerca con quasi 200 foto d’epoca che per la maggior parte sono il tesoro conservato per una vita dalla famiglia Fucile e soprattutto da papà Filiberto. Manfredo le ha custodite con amore e poi ci ha regalato le storie vissute dall’interno, dal campo, dallo spogliatoio. Un’epopea la sua che andava raccontata.

Lungo il percorso di lettura si trovano le sfide del dopoguerra agli americani, i primi fenomeni Usa sbarcati dalle navi e ingaggiati al volo negli anni ’50. Quindi l’approdo dell’imprenditore lombardo Giovanni Borghi e la costruzione della Ignis Sud che portò poi al trionfo del club napoletano in Coppa delle Coppe nel 1970 al palasport Mario Argento con la maglia Fides davanti a un pubblico record. Un trofeo che non sarebbe arrivato senza l’assurdo “scippo” di Atene dell’anno prima, nella Grecia dei “colonnelli” tra sassi, violenze e minacce. Un episodio che è stato una macchia nera indelebile per tutto il basket continentale, un’offesa alla purezza e alla bellezza dello sport. E poi nella seconda parte una passerella di campioni ormai entrati nel mito, ritratti umani struggenti.

La presentazione è stata coordinata da Marco Lobasso delle edizioni LeVarie, al fianco dei due autori ci sono stati gli interventi del presidente della Partenope Aldo Barbi, padrone di casa, del presidente della Gevi Napoli Federico Grassi, dell'ex patron della Carpisa Mario Maione, che vinse la Coppa Italia nel 2006, del coach Pino Sacripanti. Presenti anche grandi giocatori degli anni '50-'60 come Mario Brancaccio e Carlo Brancato, degli anni '70 come Alberto Scodavolpe, Enzo Cioffi, Gigi Abate, Giuseppe La Forgia e degli anni '80 come Massimo Sbaragli. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA