Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sanders, contromano in A27 per 40 km
ubriaco e positivo al test antidroga

Giovedì 31 Marzo 2022
Controlli della Polstrada

CONEGLIANO - Attimi di terrore in A27 questa mattina, 31 marzo, all'alba per molti automobilisti. Una Golf ha viaggiato contromano per 40 km ed è stata fermata, poco prima delle 6, a Conegliano dalla Polizia stradale. A lanciare l'allarme sono stati diversi automobilisti. Al volante c'era Victor Sanders, 27 anni, giocatore americano della Reyer Venezia. L'atleta, reduce da una serata di festa a Mestre nei pressi della stazione dopo la vittoria della Reyer in Eurocup dove ha giocato segnando anche 12 punti. Aveva valori all'etilometro 4 volte superiori ai limiti di legge. Ed è risultato positivo anche al test antidroga. 

Giocatore della Reyer contromano in autostrada: cosa è sucesso?

Sanders è entrato in autostrada all'altezza della barriera di Venezia Est. Ed è stato fermato ben 40 chilometri dopo a Mareno di Piave: quasi miracoloso il fatto di non aver provocato incidenti. La patente è stata subito ritirata al giocatore. 

 

Il testimone: «Frontale evitato per miracolo»

Un  automobilista friulano ha raccontato sui social  la sua terribile esperienza di stamani all'alba. «Erano le 5.15 ed ero in seconda corsia, stavo sorpassando un camion. All'altezza della curva che immette sul rettilineo del ponte sul Piave ho visto dei fanali contromano. Ho sfanalato a mia volta e quella Golf mi è sfrecciata accanto. Se fossi stato nella corsia di sorpasso mi avrebbe centrato in pieno. Chi la guidava non ha toccato i freni».

 

Il comunicato della Reyer
 

Durissima l'immediata presa di posizione della società che prelude anche a provvedimenti disciplinari. Sta valutando la rescissione immediata del contratto: «L’Umana Reyer Venezia, preso atto dei deplorevoli e gravissimi accadimenti di questa notte, si dissocia e deplora con assoluta fermezza la condotta del proprio tesserato coinvolto Victor Sanders. Tale condotta, ferma ogni responsabilità di legge del suddetto atleta, si pone in totale contrasto con i valori del Progetto Reyer – fortemente condivisi con i suoi affezionati partecipanti, sostenitori e Partner con i quali la Società si pregia di collaborare – che la stessa ha voluto attestare attraverso la certificazione ESI2010, ottenuta nel 2010 come primo ente sportivo professionistico dall’Istituto Certificazione Etica nello Sport. Di conseguenza, anche al fine di tutelare i sopracitati valori e la propria immagine e reputazione nella maniera più appropriata, la Società adotterà i più opportuni provvedimenti nei confronti del tesserato coinvolto, offrendo in ogni caso la propria più ampia disponibilità e collaborazione alle Autorità competenti».

Ultimo aggiornamento: 17:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA