Scafati, il roster fa ben sperare:
«L'obiettivo? Vinciamo la prima»

Venerdì 4 Ottobre 2019 di Francesco Quagliozzi
SCAFATI - Cinquantunesima stagione sportiva del basket gialloblù alle porte. Da domenica prossima, con la trasferta di Bergamo, si inizierà a giocare per fare classifica. E quest'anno, con la Givova ci sarà da divertirsi. Recentemente ha dato già un buon segnale alla concorrenza del girone Ovest dell'A2, arrivando terza nella competizione della SuperCoppa di Lnp. Con una sola sconfitta e con una differenza canestri davvero impressionante. Segnale evidente di una grande applicazione difensiva e di una altrettanto straripante capacità offensiva.
 
Tutto ciò è stato sottolineato, grazie alla partecipazione di Francesco Testi e Annalisa Rea, nella presentazione ufficiale della squadra alla sua città, nel centralissimo Teatro San Francesco. «Siamo convinti di aver allestito una buona squadra - ammette patron Nello Longobardi e in precampionato abbiamo visto che abbiamo i numeri per fare bene. Ma da domenica sarà un'altra storia. A chi mi chiede quale possa essere l'obiettivo stagionale, senza alcuna esitazione dico la vittoria di domenica prossima a Bergamo. L'anno scorso i lombardi sono venuti a vincere al PalaMangano alla prima giornata di campionato e vorrei tanto restituire il dispiacere. Per il resto credo che il girone Ovest sia molto livellato verso l'alto e soltanto una sana cattiveria agonistica ci permetterebbe di restare nei piani alti della classifica».

Alla presenza ultratrentennale del patron Longoobardi, sicuramente il più longevo nella pallacanestro nazionale e non solo, fa eco il ritorno il gialloblù di coach Giulio Griccioli. Per lui un'emozione maggiore, considerato di aver lasciato tanti bei ricordi nella biennale esperienza gialloblù di qualche anno addietro. «Vorrei tanto essere ricordato positivamente - spiega il tecnico toscano - per le ultime cose fatte. Questo vorrebbe dire di essere riusciti a far sicuramente meglio dell'altra volta. A parte gli scherzi, credo si sia cresciuti molto in queste settimane. I ragazzi sono pronti e consapevoli che, strada facendo, si dovrà continuare a crescere. Ogni settimana, l'asticella sarà sempre un po' più alta ed occorrerà essere sempre pronti ad saltare più in alto per superare l'ostacolo di turno. Sarà un bel campionato in cui bisognerà giocare con grande aggressività in difesa e con altrettanta aggressività agonistica nell'applicazione dei giochi offensivi. Ma, allo stesso tempo, occorrerà stare attenti a non avere foga per non prestare il fianco alle controgiocate degli avversari. Ho visto alcune nostre future avversarie e credo che due tra le più quotate le si sia viste alle Final Four di SuperCoppa a Milano: Torino e Tortona. Sono diverse a essere forti e questo renderà il prossimo campionato sicuramente avvincente. Da parte nostra ce la metteremo tutta per incoraggiare sempre di più l'entusiasmo del nostro pubblico». © RIPRODUZIONE RISERVATA