Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scafati-Cantù, tutto in una notte:
«Ci vorranno testa e cuore»

Lunedì 13 Giugno 2022 di Stefano Prestisimone
Scafati-Cantù, tutto in una notte: «Ci vorranno testa e cuore»

Tutto in 40 minuti. Un’intera stagione agonistica si deciderà in soli 40 minuti effettivi, quelli di gara 5 della finale playoff del campionato di serie A2 tra Givova Scafati ed Acqua San Bernardo Cantù, che si disputerà domani sera, alle ore 20,45, sul parquet del PalaMangano, che per l’occasione farà registrare il tutto esaurito. Coach Rossi ancora non sa se potrà disporre dei due statunitensi Clarke e Daniel: entrambi si sono infortunati nella seconda parte di gara 3 ed in gara 4 non hanno potuto dare il proprio contributo. Lo staff medico gialloblù sta provando in tutti i modi di rimettere in sesto i due atleti, ma solo a ridosso della palla a due si saprà della loro eventuale disponibilità. Seppur stanchi per le partite così intense e fisiche, ravvicinate nel tempo, gli scafatesi sono pronti a questo ultimo e decisivo sforzo, nel quale occorrerà gettare in campo tutte le energie ed il cuore, sicuri di trovare nel pubblico un importante alleato nella rincorsa a quel successo che significherebbe serie A. 

Il capo allenatore Alessandro Rossi: «Dal punto di vista emotivo, questa gara 5 è una partita da giocare col cuore. Servirà però anche la testa. Dovremo essere bravi a bilanciare cuore e testa, facendoci trascinare nel modo giusto dall’ambiente che ci circonda, senza perdere lucidità. Non deve mancare poi la cura dei dettagli sotto l’aspetto tecnico, anche se ormai le due squadre si conoscono bene. Non credo che cambino gli equilibri, né tanto meno che ci possano essere sorprese. Sarà la partita degli uno contro uno, della capacità dei giocatori di trovare vantaggi anche nelle situazioni difficili, nelle quali ci sarà grande fisicità e pressione. Siamo sicuri che il nostro grande pubblico potrà permetterci di superare ogni problema fisico». L’ala grande Valerio Cucci: «Ci siamo meritati di essere arrivati a questo punto di una serie bellissima, sia dal punto di vista tecnico che emotivo. Ci sono state partite bellissime, con due tifoserie splendide, in due ambienti fantastici, tra due squadre molto forti. Ora ci attende una gara 5 che sarà sicuramente carica di nervi, tensione ed emozioni. Dovremo essere bravi tatticamente a limitare alcune loro situazioni di gioco, ma soprattutto dovremo restare concentrati per tutti e 40’».

Ultimo aggiornamento: 17:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA