Scafati trova all'esordio la big Venezia:
Stone subito contro i suoi ex compagni

Scafati trova all'esordio la big Venezia: Stone subito contro i suoi ex compagni
di Stefano Prestisimone
Sabato 1 Ottobre 2022, 13:07 - Ultimo agg. 13:09
2 Minuti di Lettura

È subito una bella montagna da scalare il primo impegno della Givova Scafati all'esordio in A. Domani, alle 18,30, comincia la stagione agonistica 2022/2023 con il match al Palasport Taliercio contro i padroni di casa della Umana Reyer Venezia. Battesimo di fuoco contro una delle big del campionato, ma con a disposizione tutti gli effettivi (compreso l’ex di turno Stone, nella foto). Coach Alessandro Rossi potrà disporre anche del centro Thompson, rientrato però da pochi giorni in gruppo. Capitan Rossato e compagni si troveranno di fronte un organico di tutto rispetto, guidato in panchina da Walter De Raffaele. Nell’ampio roster oro-granata spiccano i nomi dei nazionali italiani Spissu (playmaker) e Tessitori (centro), senza dimenticare gli altri connazionali Moraschini (ala piccola), Chillo (ala grande) e De Nicolao (playmaker). Tra gli stranieri, sarà indisponibile l’ala Parks, ex Napoli. Sarà della contesa anche l’ala statunitense Willis, anche se non in perfette condizioni fisiche, così come l’ala piccola Bramos (al settimo anno in maglia veneziana), la guardia statunitense Freeman, il lungo Watt (al quinto anno in casacca oro-granata), la talentuosa ala Brooks (veterano della nostra massima serie) e l’esperto playmaker Granger, alla sua prima stagione assoluta nello Stivale.

Il responsabile dell’area tecnica Enrico Longobardi: «Il nostro tanto atteso ritorno in serie A inizia su uno dei campi più difficili, ovvero quello della Reyer, una squadra di livello altissimo, che compete per obiettivi molto importanti, con giocatori di enorme esperienza internazionale, sia tra gli italiani che tra gli stranieri, allenati da un totem come De Raffaele. Dovremo fare del nostro meglio, con umiltà ma sempre sulle ali dell’entusiasmo e della voglia di combattere, consci che tutte le partite vanno sempre giocate e che è sempre possibile portare a casa i due punti. L’emozione del ritorno in serie A deve essere incanalata bene e spingerci a fare una partita sopra le aspettative sia in attacco che in difesa, attendevamo questo giorno da tanti anni e abbiamo il dovere di essere pronti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA