Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scafati-Piacenza semifinale playoff,
Rossi: «Sarà un avversario tosto»

Venerdì 20 Maggio 2022 di Stefano Prestisimone
Scafati-Piacenza semifinale playoff, Rossi: «Sarà un avversario tosto»

Scatta domani la semifinale playoff di A2 tra Scafati e Piacenza. Alle 20,45 al PalaMangano, i campani dovrà vedersela con la squadra che in quattro gare si è sbarazzata della Top Secret Ferrara e ora rappresenta l’ostacolo che separa i gialloblù dalla finalissima del tabellone argento. Avendo concluso i quarti di finale in soli tre incontri, la compagine di Nello Longobardi ha avuto modo e tempo di ricaricare le batterie e preparare al meglio questa prossima serie, che, nonostante il vantaggio del fattore campo, si preannuncia delicata, soprattutto per il valore dell’avversario di turno. La formazione emiliana, allenata per il secondo anno consecutivo dall’esperto coach Stefano Salieri, è infatti cresciuta moltissimo nel corso della stagione e si presenterà sul parquet di Viale Della Gloria nella sua forma migliore. È in forse la sola presenza del playmaker Cesana, che in stagione regolare ha viaggiato a 14,9 punti e 2,4 assist di media. Sarà sicuramente presente invece l’esterno statunitense Devoe, che in regular season ha fatto registrare 19,6 punti e 4,5 assist, a cui va aggiunto il playmaker Sabatini (11,3 punti e 6,2 assist di media) e, sotto le plance, il centro Guariglia (11,6 punti e 8,2 rimbalzi di media), l’ala grande Pascolo (9,6 punti di media), nonché l’ultimo arrivato Kohs, pivot di grande stazza fisica, proveniente dalla Vanoli Cremona (serie A). Alla qualità di costoro va aggiunta poi la quantità e l’energia dei vari Galmarini (centro), Bellan (ala piccola) ed i giovani Querci (guardia), Seck (centro) e Gajic (ala piccola). 

Il capo allenatore Alessandro Rossi: «Ci attende in semifinale la Assigeco Piacenza, un avversario in grande fiducia, che gioca una buona pallacanestro in ambedue i lati del campo. Si tratta di uno dei peggiori avversari che potesse capitarci, anche per le ottime condizioni fisiche e per il buon momento di forma che sta attraversando a partire dalla fase ad orologio. Ha battuto nei quarti di finale una squadra molto quotata come Ferrara, superata anche con una certa facilità, controllando punteggio e gioco nei quattro incontri disputati. E’ una avversaria da rispettare, siamo infatti consapevoli che la prossima sarà una serie difficile. Oltre a Devoe e Sabatini, anche Guariglia, Pascolo e Kohs rappresentano un punto di forza importante della formazione emiliana, completa sia sotto canestro che sugli esterni, dotata anche di una panchina di grande energia, quindi nel complesso un’ottima squadra. Avendo chiuso la semifinale in sole tre gare, siamo riusciti a ricaricare le batterie, abbiamo recuperato qualche piccolo acciacco, abbiamo anche disputato una buona settimana completa di allenamenti ed ora siamo pronti e concentrati ad affrontare la semifinale, consapevoli di poter contare sull’ausilio del nostro pubblico, che ci fornirà sicuramente una spinta importante. Ci sarà da combattere e vogliamo farlo insieme ai nostri supporters».

© RIPRODUZIONE RISERVATA