Scafati prima domina poi va ko,
dimmissioni del coach: respinte

Domenica 9 Febbraio 2020 di Stefano Prestisimone

Tre sconfitte in fila, playoff più lontani e le dimissioni di Perdichizzi (respinte). Accade tutto in una sfortunata serata al Palamangano dove Casale Monferrato nella 23esima di A2 con il punteggio finale di 71-75. Partita dai due volti primo tempo quasi perfetto per i gialloblù, protagonisti in positivo di una sfida vibrante e divertente, e con grande vantaggio (45-24) all’intervallo. Poi però si spegne la luce e nonostante gli strenui tentativi, gli ospiti portano via i due punti. Frazier, già nel mirino, potrebbe essere tagliato. A fine gara, come detto, coach Giovanni Perdichizzi ha rassegnato le proprie dimissioni da capo allenatore, che non sono state però accettate dalla società, la quale, al contrario, gli ha rinnovato piena fiducia.

«Per rispetto nei confronti della società, dei tifosi e della città di Scafati, nonché nei confronti del patron Longobardi, coach Giovanni Perdichizzi ha rassegnato le proprie dimissioni da capo allenatore. La società però non le ha accettate, ritenendo invece che le responsabilità di questo momento non siano totamente attribuibili a lui. Si apre ora un momento di riflessione in seno alla società, per trovare soluzioni valide che ci consentano di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, ovvero di finire il campionato in maniera onorevole e, vista la classifica ed il roster di cui disponiamo, di agguantare i play-off: mancano tre gare di stagione regolare e sei di fase ad orologio, per cui abbiamo modo e tempo per riuscirci. Frazier? E’ uno dei discorsi che la società sta affrontando in questo momento».

Ultimo aggiornamento: 23:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA