Scandone all'esame Matera,
il 30 si recupera con Pozzuoli

Domenica 22 Dicembre 2019 di IL BASKET Franco Marra
Dopo la sosta forzata dell'ultimo turno con il match che non si è giocato a Pozzuoli a causa del maltempo, la Scandone ritorna in campo per la gara contro Matera, valida per la quattordicesima giornata del campionato di serie B.
Si giocherà questo pomeriggio al PalaDelMauro con inizio alle ore 18 e direzione di gara affidata ad Alessio Chiarugi di Pontedera e ad Andrea Mammoli di Perugia. Per gli ospiti sarà l'ultima partita dell'anno, mentre per gli avellinesi non ci sarà sosta, perché è ufficiale che il match di Pozzuoli sarà recuperato il prossimo 30 dicembre. Niente vacanze, dunque, per i ragazzi di coach De Gennaro, che cerca il colpo di coda in questo ultimo scorcio dell'anno. Un anno che certamente non sarà ricordato fra i migliori nella storia della Scandone, soprattutto per le vicende societarie.
A De Gennaro spetta l'ingrato compito di cercare di tenere i suoi giocatori lontani dalle vicende extra cestistiche, oltre a quello di far crescere la squadra dal punto di vista tecnico. I miglioramenti sono tangibili, anche se ogni tanto dobbiamo registrare qualche passo indietro, come è successo nel match contro il Bisceglie. E l'avversario di oggi non è certamente dei più agevoli da affrontare, ma è un motivo in più per cercare di giocare di squadra, di mettere in campo il meglio di ognuno, ma al servizio di tutti. Matera è la terza forza del campionato, con sole tre sconfitte, tutte subite in Puglia, ad opera di Corato, Nardò e Bisceglie, mentre è reduce da ben sette vittorie consecutive, una serie che, come si capisce dalla parole di coach Oreglio sul sito del club, sono intenzionati a prolungare: «Si presenta per noi un altro delicato step nel nostro cammino, al cospetto di una squadra assolutamente in crescita. L'Avellino è stato allestito a fine settembre e ha iniziato la preparazione a pochi giorni dall'inizio del campionato, pagando questo ritardo con una serie di sconfitte in avvio. Poi però la squadra ha trovato i suoi automatismi e sono cominciate ad arrivare anche le vittorie, come quelle casalinghe con Corato e Cassino.
Nell'ultima giornata non hanno giocato a Pozzuoli e questo potrebbe renderli più freschi sul piano fisico. Chiedo ai ragazzi una prova di responsabilità. In settimana abbiamo avuto qualche problema sul piano fisico, ma la squadra è pronta ad affrontare questo ultimo impegno, ed è determinata a centrare la vittoria. Vogliamo chiudere al meglio questo 2019, continuando questa striscia positiva e facendo il regalo di Natale più bello a noi stessi e alla nostra tifoseria». Intenzioni bellicose quelle dei lucani, che si scontrano con la voglia della Scandone di ottenere un successo che potrebbe svoltare la stagione, in attesa anche del necessario innesto di forze esperte che potrà avvenire solo a partire dal 6 gennaio, dopo lo sblocco del mercato con il pagamento dei lodi. E sembra che fino a quella data non ci saranno cambiamenti nel roster, con Erkmaa che dovrebbe rimanere al suo posto fino al termine del girone di andata. Oggi la Scandone è chiamata ad affrontare un roster di primo livello, con sette giocatori senior che si dividono in pratica quasi tutto il minutaggio a disposizione, oltre al bottino di punti, 76,5 a partita. Per la Scandone ci sarà l'occasione di tentare a sovvertire il pronostico contrario, ma sarà necessaria quella «partita perfetta» talvolta invocata da coach De Gennaro, che vorrebbe regalare ai tifosi un successo di prestigio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA