La Gevi Napoli cade a Tortona,
Sacripanti: «Brutto ko, voltiamo pagina»

Domenica 2 Maggio 2021 di Stefano Prestisimone
La Gevi Napoli cade a Tortona, Sacripanti: «Brutto ko, voltiamo pagina»

Brutto ko a Tortona per la Gevi (83-62) che senza Mayo e Lombardi cade pesantemente a Tortona, squadra che aveva battuto nella semifinale di Coppa Italia. Una serata storta, con difesa non ai soliti livelli e parzialmente giustificata dalle due assenze molto pesanti. Ora si spera di recuperare Mayo (contrattura) e Lombardi (problema al piede) per la prossima partita in casa contro Torino di domenica prossima alle 12. Discreto Marini (16), cosi cosi Monaldi (12). Maluccio tutti gli altri, con Parks in serata difficile.

Inizio freddissimo per gli azzurri, errori su errori, zero punti segnati e Tortona va in vantaggio 9-0 pur senza fare nulla di speciale. Pian piano Napoli prova a rimettersi in sesto, Marini dà la scossa (9-5), ma la Gevi resta sempre ad inseguire. Uglietti e Iannuzzi dalla panchina danno un buon contributo ma le mani restano fredde e ci sono tante palle perse (8 nei primi due quarti e 0 recuperate) e il gap resta ampio (18-8) a fine primo quarto. Seconda frazione con gli lancetta ospiti più vicini, Marini è efficace e dal 21-12 si passa al 23-18, c’è anche il -3 ma poi negli ultimi giri di un’altra serie di errori costringono la Gevi al -7 (32-25). Terribile la percentuale al 20’, 6/17 da due 2 /13 da tre. Seconda parte senza molta storia, Napoli arriva a -5 ma poi cede di schianto e finisce a -12, quindi a -15, poi a -20. E il match non ha più storia. «Abbiamo perso meritamente, complimenti a Tortona che ha condotto dall’inizio alla fine mettendoci in difficoltà. Noi abbiamo sparato a salve. Siamo rimasti in contatto fino all’intervallo, arrivando fino al -3, ma poi siamo stati ingenui a finire a -7. Nella ripresa eravamo in ritardo su ogni situazione, siamo in sofferenza e non possiamo nasconderlo. Speriamo di poter ricaricare energie in questa settimana, con la speranza di poter recuperare i giocatori. Sicuramente hanno contato le assenze di Mayo e Lombardi ma dovevamo avere qualcosa in più di tutti. Abbiamo sbagliato tanto, eravamo un po' nervosi e stanchi. Si volta pagina facendo tesoro di questa sconfitta..»

Ultimo aggiornamento: 22:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA