Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sfida platonica tra le due neopromosse:
Verona batte Scafati al Palamangano

Domenica 19 Giugno 2022 di Stefano Prestisimone
Sfida platonica tra le due neopromosse: Verona batte Scafati al Palamangano

Non si può certo parlare di gara vera e propria quella disputata al PalaMangano tra Givova Scafati e Tezenis Verona, valida quale finale scudetto del campionato di serie A2 e terminata con il punteggio di 82-100 in favore degli ospiti. Le due compagini, già promosse in serie A, si sono affrontate senza grandi stimoli, concludendo la contesa in appena un ora e cinque minuti effettivi, con un solo tiro libero tirato, soli nove falli fischiati, a dimostrazione del modico impegno messo in campo da tutti gli atleti in una sfida tra due squadre mentalmente già in vacanza.

Seppur iscritti a referto, tra i gialloblù (assente Mobio per rispondere alla chiamata della nazionale della Costa D’Avorio) non hanno messo piede in campo entrambi gli statunitensi Daniel e Clarke e l’ala Cucci, mentre hanno trovato parecchio spazio gli under Grimaldi e Perrino, autori rispettivamente di 19 e 14 punti. Alla fine, si è aggiudicata la sfida la squadra che nell’ultimo
quarto ha inciso di più, trovando la via del canestro con superiori percentuali.

Gevi Napoli, ecco un altro tassello: arriva il play-cecchino Jordan Howard

© RIPRODUZIONE RISERVATA