Il Cagliari vince 3-1 a Benevento,
bufera per un rigore tolto dal Var

Domenica 9 Maggio 2021
Il Cagliari vince 3-1 a Benevento, bufera per un rigore tolto dal Var

Festeggia il Cagliari tra le mille emozioni del Vigorito: Benevento ko 3-1 in un match ad alta tensione (anche per un rigore prima assegnato poi negato ai sanniti) deciso da Pavoletti e Joao Pedro nel finale. Gara imprevedibile sin dai primi minuti, ma i rossoblù di Semplici vengono fuori alla distanza con qualità e grinta mentre per la Strega la salvezza si fa lontanissima. Filippo Inzaghi riabbraccia sia Letizia che Tuia, ma entrambi partono dalla panchina: in attacco c'è Insigne con Caprari alle spalle di Lapadula, in regia invece Schiattarella al posto di Viola nel 4-3-2-1 giallorosso. Leonardo Semplici punta su Joao Pedro, in coppia con Pavoletti, e su Nainggolan schierato da trequartista. La prima azione è del Cagliari che, dopo due giri di lancette, trova già il vantaggio. Dalla bandierina va Marin che scambia corto con Nainggolan e serve Lykogiannis: sinistro potente dell'esterno e palla all'incrocio per l'1-0 rossoblù.

Il Benevento accusa il colpo ma non si arrende e spinge per tuffarsi subito a caccia del pari: all'11' gran lavoro di Hetemaj sulla destra che serve Ionita, ma il moldavo cicca la conclusione da buona posizione. Raccoglie il pallone Barba che ci prova col sinistro, ma Cragno è attento e blocca in due tempi. La tenacia dei padroni di casa però si trasforma in gol al minuto 17: erroraccio di Ceppitelli che serve Caprari, l'ex Sampdoria spalanca la strada a Lapadula che supera Cragno e fa 1-1. Pari d'oro per i giallorossi che catturano il pallino del gioco e confezionano diversi pericoli per la porta dei sardi. Alla mezz'ora grande suggerimento di Lapadula che prova a ricambiare il favore cercando Caprari nel corridoio, ma Cragno è super e respinge bene sul primo palo con la difesa colta di sorpresa. Otto minuti più tardi ancora un grande intervento del portiere cagliaritano sul colpo di testa di Schiattarella, ben disegnato da Caprari. A chiudere i conti del primo tempo sono ancora i guantoni di Cragno, ex di giornata, che nega il gol del raddoppio a Caprari.

Video

All'intervallo Semplici cambia il Cagliari: fuori Carboni, dentro Zappa e passaggio al 4-3-1-2. È proprio il nuovo entrato a creare la prima azione della ripresa: cross da destra dell'esterno rossoblù e colpo di testa di Pavoletti alto sulla traversa. Dall'altra parte pericoloso Lapadula che impensierisce Cragno, ma il portiere avversario è attento e blocca la sfera. Il Cagliari riparte con più fame e al 19' della ripresa torna in vantaggio: cross di Nandez da destra e stacco di Pavoletti che tutto solo trafigge Montipò e riporta il Cagliari in vantaggio. Inzaghi prova a cambiar tutto dalla panchina, ma la svolta arriva a cinque dalla fine: Doveri assegna un calcio di rigore al Benevento per il tocco di Asamoah su Viola ma, dopo il consulto VAR, cambia decisione e il match resta sull'1-2.

Finale convulso al Vigorito: la Strega prova a tener viva la partita, ma in pieno recupero arriva la condanna di Joao Pedro che sigla il 3-1 e libera la festa del Cagliari. Situazione delicatissima per il Benevento, con 4 punti di ritardo dai rossoblù a tre giornate dal termine: la squadra di Semplici ad un passo dall'impresa. 

LA PARTITA IN DIRETTA

LE FORMAZIONI

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Caldirola, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Ionita; Insigne, Caprari; Lapadula. All. Inzaghi

CAGLIARI (3-4-1-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Carboni; Nandez, Deiola, Marin, Lykogiannis; Nainggolan; Joao Pedro, Pavoletti. All. Semplici

 

Ultimo aggiornamento: 19:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA