Cagliari-Benevento 1-2: Sau e Tuia
e Inzaghi fa l'impresa in Sardegna

Mercoledì 6 Gennaio 2021

Benevento all'assalto del decimo posto: le streghe si scatenano nel giorno della Befana a Cagliari e la squadra di Inzaghi è sempre più la sorpresa del campionato. La vittoria per 2-1 alla Sardegna Arena è merito dell'uno-due assestato dall'ex Sau e da Tuia, primo gol in A, dopo l'illusorio vantaggio di Joao Pedro. Il Cagliari invece è sempre più in crisi. E Di Francesco a questo punto è a rischio: i rossoblù non vincono da due mesi è quella di oggi era considerata dallo stesso tecnico una gara spartiacque, ma è arrivata la terza sconfitta di fila. 

LA PARTITA IN DIRETTA 

 

Benevento bravo: prima dà l'idea di essere la vittima sacrificale del ritorno di Nainggolan e della voglia di riscatto dei sardi. Ma nel frattempo stuzzica i padroni di casa con il suo gioco: due tocchi a centrocampo e poi imbucata per Lapadula e Sau. In questo modo il Benevento si procura prima un rigore, poi annullato dal Var. E poi il gol del pari che spegne ardore e illusioni del Cagliari. Il resto lo fa un gol in mischia di Tuia, inedito matchwinner in A.

Eppure il Cagliari nel primo tempo non era dispiaciuto. Segna subito con Pavoletti, ma l'arbitro annulla per carica al portiere. Poi brivido per il rigore dato e cancellato. E gol, il decimo, con Joao Pedro: tocco ravvicinato su colpo di testa di Pavoletti forse diretto fuori. Poco prima Nainggolan aveva firmato il suo ritorno con un pallonetto da centrocampo salvato in corner da Montipò. Partita che sembra in controllo. E invece ecco il lampo di Sau, ex cresciuto nelle giovanili rossoblù, che segna e non esulta. Perfetto il lancio di Schiattarella. Poi Tuia che salta più in alto di Walukiewicz. E il Cagliari va al tappeto.

Entra Sottil nella ripresa, ma a giocare è il Benevento che fa anche vedere di saper palleggiare e non solo giocare in contropiede. La reazione del Cagliari? Due tiri: uno di Sottil e l'altro di Simeone. In mezzo tanta stanchezza e confusione. E un'espulsione di Nandez che lascia il Cagliari in dieci nell'assalto finale. Con l'incognita delle giornate di squalifica. Ora per il Benevento si aprono nuovi scenari: lontanissimo dal terzultimo posto, può guardare più in alto che in basso. 

Ultimo aggiornamento: 18:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA