Il Benevento prende Elia:
ecco l'esterno pupillo di Caserta

Lunedì 19 Luglio 2021 di Luigi Trusio
Il Benevento prende Elia: ecco l'esterno pupillo di Caserta

Il Benevento non si ferma e continua a piazzare colpi. Finalmente sbloccata l'operazione che porterà nel Sannio Salvatore Elia, primo nome della lista di Fabio Caserta ad essere oggetto di trattativa. Condotto in porto l'affare con l'Atalanta, che alla fine ha dovuto cedere alla richiesta del Benevento di ottenere il ragazzo in prestito con diritto di riscatto e non secco, anche se il club orobico si è riservato l'opzione per il controriscatto. Superate anche alcune piccole incomprensioni con l'agente dell'esterno offensivo 22enne nativo di Prato, Davide Lippi, nate in seguito al congelamento dell'accordo in attesa delle decisioni del Consiglio federale del 7 luglio sul trust Salernitana. Dopo Talbi, Calò e Paleari, Elia è il quarto innesto del nuovo Benevento e oggi sarà in città per sottoporsi a visite mediche e tampone molecolare. Si tratta del secondo calciatore espressamente selezionato dall'allenatore calabrese che vive da anni a Pompei, il quale ora potrebbe anche chiedere a Pasquale Foggia un ulteriore sforzo per completare quel trio di talenti che aveva con sé a Castellammare e che ha plasmato con i suoi insegnamenti.

Il riferimento è a Luigi Canotto, che con Elia e Calò fu protagonista di una stagione da incorniciare alla Juve Stabia nonostante l'inaspettata retrocessione. Le tre rivelazioni di quel torneo potrebbero riunirsi di nuovo sotto gli stessi colori, ma stavolta quelli giallorossi. Per Canotto il Chievo chiedeva una somma spropositata, ma se il Collegio di Garanzia del Coni dovesse confermare la mancata iscrizione dei veronesi, il club fallirebbe e il calciatore si libererebbe a parametro zero. E Foggia, si sa, quando c'è da convincere un elemento libero da vincoli, sa come essere persuasivo. Caserta utilizzava Canotto ed Elia insieme nel 4-2-3-1, il primo a destra e il secondo a sinistra, ma a volte tendeva anche a invertirli. Elia è in prevalenza un destro mentre Canotto calcia indistintamente con entrambi i piedi. Il profilo dell'attaccante laterale originario di Rossano Calabro, che a soli 16 anni era titolare in D con la squadra della sua città, può tornare di moda soprattutto in caso di partenza di Roberto Insigne, per il quale si stanno sfidando Monza e Lecce. Il Benevento a quel punto avrebbe Improta e Sau come punte esterne (entrambi destri), come pure Elia e Vokic (unico mancino), ai quali andrebbe ad aggiungersi un ambidestro (Canotto).

Intanto il Monza intende attingere a piene mani proprio dal Benevento e continua a corteggiare Pasquale Schiattarella, uno che non dovrebbe avere difficoltà a trovare squadra nonostante l'ingaggio elevato (700 mila euro). Le parti (calciatore e club brianzolo) dialogano, il Benevento è alla finestra ma vorrebbe monetizzare un minimo. Sul centrocampista di Mugnano ci sono pure club di A (Cagliari, Venezia, Empoli) e altri di B (Brescia). Per Kamil Glik all'Udinese si attende solo l'annuncio che è ormai questione di ore. Tra Benevento e Udinese si è ormai creato un filo diretto considerati i buoni rapporti tra Pasquale Foggia e Pierpaolo Marino. Il responsabile dell'area tecnica dell'Udinese ha chiesto informazioni al collega su Montassar Talbi e Gianluca Lapadula. Dopo un volo-lampo in Turchia e dopo aver incontrato i dirigenti (e quasi chiuso) del neopromosso Altay (era stato espressamente richiesto dal tecnico Musfata Denizli), Bryan Dabo si è messo a trattare con emissari del Rizespor, l'ex squadra di Talbi dove milita ancora Loic Remy. Ennesima giravolta del centrocampista burkinabé che ha raggiunto un accordo con il club azzurroverde e si trasferirà a Rize, sul Mar Nero. Dopo essere rientrato a Parigi, ieri pomeriggio ha preso un nuovo aereo per Istanbul e stavolta la firma con il Rizespor è assicurata. Per il Benevento non cambia nulla visto che sarà ceduto a titolo gratuito. 

Nel frattempo il Benevento conferma i principali sponsor della passata stagione: a partire dall'Ivpc di Oreste Vigorito come brand principale sulla maglia, dove resteranno pure per il prossimo campionato Rillo Costruzioni (accordo da perfezionare ma c'è già il sì della famiglia) e il pastificio Rummo (intesa prolungata di un altro anno e già sottoscritta) quest'ultimo in qualità di top sponsor sul retro della maglia. Ancora in freezer l'eventuale contributo di Gesesa: le varie opzioni sono sul tavolo dell'amministratore delegato di Acea Giuseppe Gola e del chief operating officer Giovanni Papaleo. Ricordiamo che in B oltre al doppio sponsor sul fronte maglia, sono concessi quelli sul retro maglia, sui pantaloncini e sulla manica sinistra. Allo stato attuale restano due posti da assegnare per le divise del Benevento (pantaloncino e manica). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA