Calciomercato al 30 giugno,
tra rinnovi e sorprese cambia la A

Lunedì 29 Giugno 2020 di Eleonora Trotta
Mai come quest’anno il 30 giugno rappresenta una data cruciale per le strategie di calciomercato. Con la chiusura della Serie A al 2 agosto, più di 100 giocatori hanno dovuto, infatti, discutere un prolungamento per completare la stagione. E l'intesa non sempre è stata scontata. Anzi: sia in Italia sia all'estero, si registrano rotture anticipate. Ad esempio, Cavani (in trattativa con Atletico Madrid, Inter e Barcellona) non ha ancora trovato l'accordo con il Psg per disputare la Champions ad agosto. Mentre Olsen rientrerà a Roma in anticipo: il Cagliari ha provato a cambiare le condizioni economiche dell'intesa, così l'ad Fienga ha richiamato alla base lo svedese che ora potrà solo allenarsi. Nessun problema, invece, per Smalling, Kalinic, ZappacostaMkhitaryan: tutti e quattro concluderanno il campionato con la maglia giallorossa. Anche Sanchez e Moses termineranno la stagione, ma il nigeriano sa già che non verrà riscattato dall'Inter dopo l'acquisto di Hakimi (atteso mercoledì a Milano per visite e firme). Passando a Napoli, è clamorosa la scelta fatta da Callejon. Pur di vestire ancora la magli azzurra, lo spagnolo ha proposto a De Laurentiis di giocare gratis ma solo con una copertura assicurativa, in grado di tutelarlo in caso di infortuni. Una scelta di cuore molto apprezzata dai tifosi e dallo spogliatoio, che gli permetterà di giocarsi sul campo la conferma per un altro anno.
Infine, hanno prolungato fino al 2021 Buffon e Chiellini. L'annuncio è arrivato nel giorno dell'ufficialità di Pjanic al Barcellona (operazione da 60 milioni di euro più 5 di bonus) e di Arthur alla Juventus, per 72 milioni di euro più 10 di bonus. Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 08:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA