Alice Campello torna allo stadio con la piccola Bella, Alvaro Morata segna e le dedica un gol

Tra gli spalti c'è anche la piccola Bella insieme ai suoi fratelli

Alice Campello è tra gli spalti a seguire il suo Alvaro che segna e le dedica un gol
Alice Campello è tra gli spalti a seguire il suo Alvaro che segna e le dedica un gol
Lunedì 23 Gennaio 2023, 07:00 - Ultimo agg. 07:31
3 Minuti di Lettura

Dopo la tempesta torna il sereno. La paura per il parto e le giornate in terapia intensiva sono ormai un ricordo. Ora, Alice Campello ritorna a Madrid al Vicente Calderon per tifare l'Atletico del marito Alvaro Morata. E la conclusione è stata degna di nota: l'Atletico ha trionfato 3-0 contro il malcapitato Valladolid. La prima delle tre reti casalinghe è stata siglata proprio da Alvaro Morata che ha dedicato il gol alla sua amata seduta tra gli spalti: un bacio volante e un sorriso. E tra gli spalti c'è anche l'ultima arrivata, la piccola Bella insieme ai suoi fratelli.  

Al giocatore, la bella compagna aveva dedicato parole dolcissime: «Alvaro sei l’amore della mia vita...il miglior papà che potessi scegliere per i miei figli e il regalo più grande che potesse farmi Dio. Non ho parole per quello che fai ogni giorno per me e per tutto l’amore che mi dai.. mi fai sentire in ogni secondo il centro della tua vita e la tua priorità. Ti amo».

Bella è la quarta figlia per la coppia che aveva annunciato con un post la lieta notizia e, al contempo, quella che ha poi messo in apprensione i fan della coppia: «Ieri é nata Bella ed é proprio come la sognavamo - scrivevano su Instagram -. La mamma purtroppo dopo il parto che é andato benissimo, ha avuto delle complicazioni che ci hanno fatto spaventare molto. Alice é forte e un po’ alla volta si sta recuperando. Ora si trova nella terapia intensiva di Clinica Universidad de Navarra e si stanno prendono cura di lei dei medici meravigliosi. Non smetteremo mai di ringraziarli per l’affetto che ci hanno dato in ogni momento, per la loro professionalità, per non averci mai fatto sentire soli… posso solo stimarli immensamente.Vi abbracciamo forte e vi ringraziamo per tutti i messaggi e per le bellissime parole che ci avete scritto preoccupati. Vi terremo aggiornati». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA