Roma-Juve, Fonseca dà la formazione:
«Giocano Dzeko e Kumbulla»

Sabato 26 Settembre 2020 di Gianluca Lengua

Alla vigilia della partita contro la Juventus, Paulo Fonseca svela formazione che giocherà domani sera all’Olimpico: «Mirante, Santon, Mancini, Ibanez, Kumbulla, Spinazzola, Veretout, Pellegrini, Mkhitaryan, Pedro, Dzeko. Ho parlato con Edin diverse volte ed è molto motivato». Ecco le parole del tecnico. 

Dzeko. «Ho parlato con lui diverse volte ed è molto motivato. Si è allenato molto bene in questi giorni e giocherà domani. Non è vero che lui si è rifiutato di entrare».

Kumbulla. «Molte domande saranno sui giocatori che giocheranno domani. Se non succede nulla fino all’ora della partita sarà: Mirante, Santon, Mancini, Ibanez, Kumbulla, Spinazzola, Veretout, Pellegrini, Mkhitaryan, Pedro, Dzeko». 

Mkhitaryan. «Mi è piaciuto come numero 9, ma quando abbiamo un attaccante con Dzeko non ha senso utilizzarlo come 9. Succede se ne avessimo bisogno, ma il nostro attaccante è Dzeko». 

Anno zero. «Stiamo meglio. Se posso fare un paragone tra la prima partita che ho fatto qui all’inizio e quella di questa stagione, allora dico che la squadra sta meglio».

Mercato. «Non voglio parlare di mercato. Sono concentrato sulla partita».

La Juventus. «A 24 ore da una partita importante sono solo focalizzato sulla partita. Sarà difficile, abbiamo lavorato molto su questo match, ho fiducia nei giocatori che giocheranno domani».

Friedkin. «Dal primo giorno che sono arrivati, ci parlo quotidianamente. Stiamo lavorando insieme per fare una squadra più forte. L’obiettivo è fare meglio di quello fatto lo scorsa stagione». 

Peres e Karsdorp. «Bruno ha cominciato a lavorare con noi questa settimana e non è pronto. Karsdrop ha fatto lavoro individuale ieri e non è pronto».

Pressione alta. «Noi non vogliamo modificare la nostra identità perché giochiamo con la Juventus. Vogliamo essere una squadra che pressa alto, ma equilibrata. Quando avremo possibilità di pressare alto lo faremo e quando escono dalla pressione saremo una squadra compatta».

Pellegrini al fianco di Veretout. «Con Pellegrini possiamo uscire più veloce in attacco». 

La Juventus di Pirlo. «Ha un allenatore giovane, ha un grande futuro. In questo momento ho visto una squadra più dinamica, con movimenti diversi. Sono una squadra che pressa forte, principalmente sui lati».

Ultimo aggiornamento: 17:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA