Atalanta in serie negativa:
sconfitta1-3 dalla Sampdoria

Sabato 24 Ottobre 2020

Il pragmatismo allo stato puro della Samp espugna Bergamo. Tre gol e un rigore sbagliato per i blucherchati che infilano un'Atalanta in campo in avvio con tante seconde linee. Vince l'organizzazione difensiva della Samp contro l'attacco stellare dell'Atalanta. Turn over spinto per l'Atalanta in avvio: a riposo Zapata, Muriel, Freuler, Toloi, Romero, Hateboer e Gosens. Gasp rivoluziona la squadra ma conferma Josip Ilicic dal 1' come al San Paolo contro il Napoli una settimana prima. L'Atalanta morde in avvio con Gomez subito insidioso, ma al 13' la ripartenza della Samp è letale: Damsgaard fa viaggiare Quagliarella che mostra classe e istinto da bomber navigato: dribbling stretto, palla sul mancino e sassata poderosa sotto la traversa. L'Atalanta vive sui tocchi felpati di Ilicic e le sgasate d Gomez, uomo ovunque della front line nerazzurra. Ci provano Gomez, Ilicic e de Roon che pungono senza graffiare. Lì in mezzo mancano la forza d'urto di Zapata e l'imprevedibilità alla conclusione di Muriel. Lammers, a segno già due volte in campionato, ma sempre partendo dalla panchina, si muove bene ma non incide mai.

 

La Samp di Ranieri invece è il solito distillato di ordine e concretezza. Si difende con le unghie e prova a ripartire calibrando trame di gioco semplici ma chiare e ficcanti. Al 32', infatti, sugli sviluppi di un calcio piazzato, Tonelli si divora il 2-0 sotto misura. Il brivido finale è un rigore fischiato dopo l'intervento del Var per un fallo di mano di Mojica inizialmente passato inosservato. Ma Sportiello al 44' si supera e respinge la bordata forte ma poco angolata di Quagliarella dagli undici metri. Il doppio svantaggio sarebbe stato comunque francamente troppo per l'Atalanta, capace di un primo tempo non particolarmente ispirato e brillante, ma comunque gestito in larga misura sul piano del possesso palla. Nella ripresa Gasp corre ai ripari: dentro Toloi, Gosens e Zapata subito per un triplo cambio che deve dare la scossa. Ma la Samp regge nelle retrovie e affonda gli artigli di nuovo al 13' con una capocciata in tuffo di Thorsby che inchioda il 2-0. Dentro anche Hateboer e Malinovskyi per l'assalto finale. L'Atalanta ci prova, ma non s'illumina mai. Attacca ma senza fantasia e la Samp blinda la sua area. Fino al 32' st quando un contatto sospetto Keita-Zapata in area la riapre. L'arbitro fischia il penalty, va al Var e conferma la decisione. E Zapata spiazza Audero. Ma non basta e Jankto in contropiede mette il sigillo sulla vittoria blucerchiata. L'Atalanta non perdeva due partite di fila in campionato dal febbraio 2019 contro Milan e Torino.

LEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 18:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA