Benevento, Brignoli: «Ancora non ci credo, ho chiuso gli occhi e fatto gol. Felice per la gente che vive un sogno»

Benevento, Brignoli: «Ancora non ci credo, ho chiuso gli occhi e fatto gol. Felice per la gente che vive un sogno»
di Redazione Sport
Domenica 3 Dicembre 2017, 14:56 - Ultimo agg. 17:12
3 Minuti di Lettura

«Non ci credo, è talmente difficile la probabilità di fare gol su un'ultima possibilità. Sono felice per la gente, per il presidente che non ha mai avuto una parola fuori posto, ci è stato sempre vicino, e ai tifosi che stanno vivendo un sogno che speravano fosse migliore. Dal panchina mi dicevano di salire, ho pensato 'non c'è più nulla da perderè e sono andato a saltare, ho chiuso gli occhi, è stato un tuffo d'istinto, da portiere e non da attaccante e ho fatto gol». Sono le parole del portiere del Benevento, Alberto Brignoli, autore dell'incredibile gol del 2-2 con il Milan al 50' del secondo tempo. «Ne abbiamo perse tante al 95' in maniera immeritata, per una volta dopo tre mesi di sacrifici di tutti, è toccato a noi -ha detto Brignoli a Sky-. Sappiamo che è dura non ce l'aspettavamo, sarebbe poco onesto ed egoistico, parlare di me. La salvezza? Noi lavoriamo per questo, sarà difficilissimo, ma vogliamo arrivare all'ultima partita e giocarcela a testa alta, abbiamo dimostrato di tenere testa al Milan, alla Juve, ce la possiamo giocare con tutti».

«Sarebbe poco onesto e egoistico parlare solo di me. Sono felice non per me, ma per la gente, la società, il presidente che non ha mai detto una parola fuori posto. La gente sta vivendo un sogno e forse lo aspettava migliore di questo». Pensa al Benevento Alberto Brignoli, il portiere-eroe che di testa ha regalato il pari col Milan e il primo storico punto in A. «Sarà difficilissimo, ma arriveremo all'ultima partita a giocarcela a testa alta» ha detto il portiere goleador a Sky Sport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA