Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bodo-Roma, Knutsen dà un pugno
a Nuno Santos: indaga la polizia

Pellegrini: «Il loro allenatore ha cominciato a dire qualcosa al nostro preparatore dei portieri e poi lo ha aggredito»

Venerdì 8 Aprile 2022 di Gianluca Lengua
Bodo-Roma, aggressione a fine gara: il tecnico Knutsen sferra un pugno a Nuno Santos. Indagini in corso

Prima la lite, poi la violenza. Il tecnico del Bodo Knutsen avrebbe sferrato un pugno al preparatore dei portieri della Roma Nuno Santos che come racconterà l'allenatore norvegese lo ha provocato. Un gesto d’ira reso pubblico dal capitano della Roma Lorenzo Pellegrini: «Il loro allenatore ha cominciato a dire qualcosa al nostro preparatore dei portieri e poi lo ha aggredito in maniera forte. Questo dispiace perché noi siamo venuti qui con tutto il rispetto per noi e la competizione. Atti così sono un insulto alla Roma».

Bodo-Roma, le pagelle: Mkhitaryan non molla, Cristante in difficoltà

Mourinho: «Passeremo noi». Pelelgrini: «Noi aggrediti dal tecnico del Bodo: non vediamo l'ora di giocare il ritorno»

L’aggressione è avvenuta nel tunnel che porta agli spogliatoi, il fatto non è stato smentito e le forze dell’ordine norvegesi stanno indagando e ascoltando i testimoni della vicenda. Potrebbero partire denunce penali, inoltre, la Uefa può comminare una lunga squalifica all’allenatore che a questo punto, potrebbe non essere in panchina nella gara di ritorno all’Olimpico prevista giovedì prossimo: «Non c’è stato molto fair play. Sono venuti con un “atteggiamento” diverso in questa partita. L’assistente si comportava come un pazzo. Mi ha insultato prima della partita e ha continuato a farlo per tutta la gara. C’è così poco fair play che può interferire con il mio lavoro. Un modo di comportarsi speciale che non avevo mai visto prima», ha detto Knutsen.

Ultimo aggiornamento: 9 Aprile, 09:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA