Calciatore espulso aggredisce l'assistente arbitrale: fermato dalla polizia

Martedì 14 Gennaio 2020 di Marta Ferraro
Calciatore espulso aggredisce l'assistente arbitrale e finisce per essere fermato dalla polizia - video
Durante una partita di calcio della seconda divisione di Malta, si è verificato un increscioso e violento episodio ai danni di un assistente arbitrale, che è stato colpito da un calciatore che era stato espulso. 

LEGGI ANCHE Serie A, due giornate a Berardi: Barella e Skriniar fermati un turno

L'incidente è avvenuto durante l'incontro tra Sannat Lions e Oratory Youths. Negli ultimi minuti della partita, Antoine Camilleri, della squadra di casa, è stato espulso avendo ricevuto due cartellini gialli. Quando Camilleri stava per lasciare il campo, ha aggredito violentemente il guardalinee e i poliziotti che erano nello stadio sono intervenuti per calmare l'aggressore. Quasi immediatamente, l'arbitro ha sospeso la partita.

Il guardalinee è stato portato in ospedale, mentre Camilleri è stato fermato dagli agenti. Dopo essere comparso davanti a un tribunale, il calciatore si è dichiarato colpevole per le accuse di minaccia e aggressione, è stato poi rilasciato e condannato a pagare una multa di circa 100 euro e a entrare in un campo di calcio per un anno.

Tuttavia, la Maltese Football Association e l'Associazione degli arbitri del paese hanno criticato la sentenza del tribunale e prevedono di applicare una punizione più severa contro il comportamento del giocatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA