La Juve in ansia per Pogba pensa a Milinkovic. Torino a nervi tesi: la tregua Juric e Vagnati durerà?

La Juve in ansia per Pogba pensa a Milinkovic, Toro a nervi tesi: la tregua Juric e Vagnati durerà?
La Juve in ansia per Pogba pensa a Milinkovic, Toro a nervi tesi: la tregua Juric e Vagnati durerà?
di Alberto Mauro
Venerdì 29 Luglio 2022, 13:00
3 Minuti di Lettura

A due settimane dall’inizio del campionato Torino è già in subbuglio per un doppio allarme rosso: da una parte il caso Pogba tiene col fiato sospeso i tifosi bianconeri e la società juventina, dall’altra invece la bomba Juric/Vagnati deflagrata nel ritiro in Austria ha scosso il popolo granata, già destabilizzato dall’addio dei pezzi più pregiati della rosa, con Bremer in testa passato proprio alla Juventus. Falsa partenza per i bianconeri che avevano puntato forte su Pogba, ma i 45 minuti in amichevole contro il Chivas rischiano di essere gli ultimi di questo inizio stagione. Paul è ad un bivio che potrà influenzare la sua ultima parte di carriera, per questo motivo ha chiesto consulti specialistici supplementari prima di decidere come intervenire sulla lesione al menisco esterno del ginocchio destro.

Milan-De Ketelaere, è il giorno del sì. Juventus su Milinkovic e Paredes. Napoli, ecco Simeone e Barak

Le ipotesi

Le due strade (“pulizia” con asportazione della porzione di menisco lesionata oppure sutura - preservando il menisco -) hanno conseguenze e tempi di recupero ben diversi. Nel primo caso ci vorranno almeno 40 giorni (massimo due mesi) per il ritorno, ma c’è il rischio di problemi a medio/lungo termine per l’articolazione priva di una porzione di menisco. Nel secondo caso invece lo stop sarebbe più lungo, circa 4/5 mesi, con addio al Mondiale ma la certezza di un pieno recupero. Un dilemma che Pogba dovrà gestire insieme allo staff sanitario della Juventus, probabilmente la decisione definitiva arriverà a inizio settimana dopo tutti i consulti del caso. La Juve aspetta di conoscere i tempi di recupero prima di rispondere sul mercato: l’arrivo di Paredes - legato all’uscita di Arthur - prescinde dall’infortunio del Polpo, mentre in caso di assenza di 4/5 mesi la dirigenza bianconera potrebbe tentare un altro affondo per Milinkovic Savic, da sempre in cima alla lista di Allegri, con un’offerta tra i 55 e i 60 milioni, mentre la Lazio spera in un’asta che coinvolga anche United e Arsenal.

Il caso Torino

Dall’altra parte del Po la situazione è ancora più tesa, dopo la lite/rissa in ritiro tra Vagnati e Juric che in poche ore ha fatto il giro del web. Il nervosismo è palpabile e il malcontento dell’allenatore manifestato a più riprese già nelle scorse settimane, dopo gli addii in rapida successione di Belotti (svincolato), Bremer, Ansaldi, e i mancati riscatti di Mandragora, Brekalo e Pjaca. Mezza squadra titolare saluta e al momento il riscatto di Pellegri e l’arrivo di Lazaro non compensano minimamente le uscite. Da qui l’apprensione di Juric, sfogata nel faccia a faccia con Vagnati, al netto di una tregua obbligata in serata. Qualcosa si è rotto in un Toro senza più punti fermi, con una rosa non all’altezza di Juric e la prospettiva di un’altra stagione senza grandi ambizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA