Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pogba alla Juventus,
manca solo l'ufficilalità

Mercoledì 22 Giugno 2022
Pogba alla Juventus, manca solo l'ufficilalità

Si dà ormai per scontato  il ritorno di Paul Pogba alla Juventus: è solo una questione di tempo per il centrocampista ex United, con la firma che arriverà ai primi di luglio. Altro colpo annunciato è quello relativo ad Angel Di Maria. Trattativa che però si sta trasformando in una telenovela. La società bianconera attende una risposta entro questa settimana: c'è ottimismo per il sì del Fideo. Nella trattativa, però, si è inserito un ex juventino. Carlitos Tevez, diventato allenatore del Rosario Central, ed ex attaccante juventino, sta provando a convincere Di Maria a un clamoroso ritorno in Argentina. Nel contempo però è sempre vivo l'interesse per Filip Kostic, che ha un accordo di massima con la Juve per un triennale da 2,5 milioni più bonus a stagione. Manca l'intesa con l'Eintracht Francoforte ma intorno ai 15 milioni si può trovare. Tra le uscite  ormai certo l'addio di Aaron Ramsey e si cerca un accordo per risolvere anticipatamente il contratto che lega il gallese ancora per un anno al club torinese. Si dovrebbe arrivare a una soluzione. Separazione ormai definita anche con Rabiot. 

Altro colpo di ritorno è quello dell'Inter. Manca solo l'ufficialità per il secondo arrivo di Romelu Lukaku. Divisa la tifoseria nerazzurra. Prestito oneroso dal Chelsea (8 milioni più bonus), con il giocatore che si taglierà una parte di stipendio passando dai 12 milioni di euro che gli venivano versati a Londra agli 8,5 che guadagnerà a Milano. Forte reazione della Curva Nord. Lukaku è «stato sostenuto (e trattato) come un Re, ora è uno come tanti», il messaggio della tifoseria organizzata nerazzurro dal proprio account ufficiale su Facebook. Al di là di Lukaku, per cui mancano ancora comunicati ufficiali, visite mediche e firme sui contratti, il mercato in entrata dei nerazzurri prosegue. La trattativa per Paulo Dybala era stata messa in stand-by per chiudere l'operazione col Chelsea per il belga, ma potrebbe ripartire nei prossimi giorni: servirà, però, un'uscita tra gli attaccanti (in pole Alexis  Sanchez ma anche Edin Dzeko, accostato a diversi club europei, potrebbe partire) per sbloccare la situazione. Intanto Henrikh Mkhitaryan, ha svolto oggi le visite mediche di rito a Milano, per recarsi poi nella sede del club nerazzurro per firmare il contratto biennale che lo legherà all'Inter con un ingaggio da circa 4,5 milioni di euro a stagione. Altro acquisto è quello di Andrè Onana, portiere in arrivo a parametro zero dall'Ajax).

Capitolo Fiorentina, con l'ufficialità della permanenza di Italiano sulla panchina viola. «Commisso lo ha detto anche un mese fa, la Fiorentina non è in vendita, lo voglio ribadire per l'ultima volta». È la risposta di Joe Barone alle voci circolate circa una presunta vendita del club da parte del magnate italoamericano, alla quarta stagione al timone della società. E Vincenzo Italiano ringrazia la Fiorentina e sui canali ufficiali spiega di essere «felicissimo di aver rinnovato, è quello che volevamo tutti da sempre, riparto con grande entusiasmo».  La notizia del prolungamento di Italiano ha ricevuto sui social tanti like, compreso quello dell'attaccante del Real Madrid Luka Jovic da tempo accostato proprio alla Fiorentina.

Si muove sul mercato il Lecce neopromosso in Serie A. Dopo l'acquisto già ufficializzato di Ceesay, il prossimo dovrebbe essere quello di Gianluca Frabotta. L'esterno di proprietà della Juventus, l'anno scorso in prestito al Verona, arriverà sabato per svolgere le visite mediche. Frabotta si trasferirà al Lecce con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Da Roma all'Olanda. Bobby Adekanye alla Lazio, attaccante nigeriano classe 1999, arrivato tre anni fa dal settore giovanile del Liverpool, lascia la Lazio dopo tre anni, con prestiti al Cadice, all'ADO Den Haag e al Crotone. 

Video

In campo internazionale, è ufficiale l'addio di Sadio Mané al Liverpool e l'arrivo al Bayern Monaco. A comunicarlo è stato il club tedesco con un post sui propri canali social. Il trentenne attaccante senegalese ha firmato un contratto triennale fino al 30 giugno 2025. Non si parla di cifre nella nota ufficiale, ma i media inglesi scrivono che l'operazione è stata definita per circa 40 milioni di euro. L'attaccante senegalese lascia il Liverpool dopo sei anni e altrettanti titoli vinti con la maglia dei Reds.

È solo una questione di giorni, poi le strade del Barcellona e di Ousmane Démbelé si separeranno definitivamente. L'ala di punta, dal primo luglio, sarà libero a parametro zero di trovarsi un'altra squadra. Nei giorni scorsi si era parlato del Chelsea, come possibile destinazione, poi però da Stamford Bridge è stata avviata una trattativa con il
Manchester City per Raheem Sterling. A questo punto, secondo quanto riferisce oggi il quotidiano catalano Sport, restano il Bayern Monaco e il Paris Saint-Germain come probabili destinazioni del francese che arrivò a Barcellona dal Borussia Dortmund in cambio di 105 milioni, più 40 di bonus. Adesso il club blaugrana lo perde a costo zero. 

Altra novità di giornata è l'addio al Chelsea di Marina Granovskaia, braccio destro di Roman Abramovich ai Blues, che non è più la direttrice sportiva. L'incarico che è stato affidato ad interim a Todd Boehly, nominato oggi presidente. Il club ha però reso noto che la dirigente «resterà a disposizione di Boehly per la durata dell'attuale finestra di mercato, nella misura necessaria per supportare la transizione». Granovskaia - che è stata componente del consiglio d'amministrazione dal 2013, quindi poi amministratrice delegata e responsabile dell'area tecnica - seguirà anche le ultimissime fasi dell'accordo per il ritorno all'Inter di Lukaku. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA