Roma, restyling difesa: Spinazzola e Smalling sul mercato. Mourinho esclude Ramos: «Andrà in un top club»

Venerdì 18 Giugno 2021 di Gianluca Lengua
Roma, restyling difesa: Spinazzola e Smalling sul mercato. Mourinho esclude Ramos: «Andrà in un top club»

Da una parte c’è il Real Madrid che è piombato su Leonardo Spinazzola, dall’altra la Roma che ha la consapevolezza che Chris Smalling potrebbe avere problemi fisici come accaduto nella scorsa stagione. Entrambi i difensori, dunque, potrebbero partire dando luogo a un vero e proprio restyling della difesa (109 gol subiti in due anni sotto la gestione Fonseca).

Il terzino azzurro si sta mettendo in mostra agli Europei e dalla Spagna assicurano che i blancos hanno incontrato degli intermediari giallorossi per intavolare la trattativa. Meeting smentito da Trigoria, ma contestualmente dalla Roma filtra che tutti i giocatori della rosa sono cedibili a fronte di un’offerta congrua (Zaniolo escluso). Tornando a Smalling, su di lui ci sarebbe l’Everton pronto a riportarlo in Premier League, ma l’offerta dovrà essere superiore ai 15 milioni (cifra versata lo scorso anno dalla Roma al Manchester United).

Il parere di Mou

Per José Mourinnho anche l’inglese non è tra gli incedibili, così come Mancini che ha bussato alla porta di Tiago Pinto per richiedere aumento e prolungamento del contratto (scadenza 2024). Lo Special One è consapevole che la Roma avrà la necessità di portare avanti un mercato sostenibile come ricordato ieri dall’amministratore delegato del club Guido Fienga («Aspettatevi la serietà del progetto più che colpi, che se ci saranno è perché saranno funzionali. Non dobbiamo impressionare nessuno») e, quindi, ha preferito distruggere sul nascere le speranze dei tifosi di vedere Sergio Ramos indossare la maglia della giallorossa: «Immagino che lo vedremo giocare in un ottimo club. Solo un top club sarà in grado di soddisfare le sue richieste economiche», le sue parole a Talk Sport.

E su Jack Grealish che ieri ha strizzato l’occhio al portoghese, ha precisato: «Penso che sappia dove vuole andare, penso che conosca il tipo di club che lo può comprare. Anche il mio amico Christian Purslow (il proprietario Aston Villa, ndc) conosce il valore del giocatore, e ovviamente non è per la Roma. Se fosse per il calcio italiano sarebbe un club diverso, non per noi». Effettivamente il suo valore di mercato si aggira sui 65 milioni, troppo per pensare che la Roma possa affrontare un investimento del genere.

Roma, Mourinho mette Gollini in porta. L'Europeo rivaluta Olsen

Roma, i tifosi chiamano Florenzi ma lui si allontana: il Psg tratta l’acquisto

Ultimo aggiornamento: 13:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA