Cannavaro tra padel e solidarietà:
«E voglio tornare in panchina»

Giovedì 23 Giugno 2022 di Gennaro Arpaia
Cannavaro tra padel e solidarietà: «E voglio tornare in panchina»

Tra padel, calcio giocato e chiacchierato, soprattutto solidarietà. La Fondazione Cannavaro Ferrara torna a prendersi la scena con il torneo di padel benefico partito questa mattina a Pianura, a poca distanza dallo Stadio Maradona, che ha visto e vedrà protagonisti tra oggi e domani tanti volti noti del calcio: da Ciro Ferrara a Nicola Amoruso, fino a Bernardo Corradi e Antonio Cabrini. Tutti accomunati dalla passione per il calcio e ora anche per il padel, con la racchetta che in Italia - e anche a Napoli - prende sempre più spazio tra ex atleti professionisti e semplici amatori. 

È anche il momento giusto, però, per parlare di calcio, del campionato che è stato e di quello che sarà. «Voglio tornare ad allenare, non mi interessa la nazione o la categoria» le parole del padrone di casa Fabio Cannavaro che non è sceso in campo ma ha dato il via alle danze al Centro Azul Padel che ha ospitato la kermesse sportiva.

Video

«Tutte le squadre ripartiranno da zero. Anche il Napoli. Koulibaly? Certo che lo terrei», le parole dell'amico di sempre e anche socio Ciro Ferrara, che invece il completino lo ha indossato per andare in campo con il fratello Vincenzo, anche lui cuore e anima della Fondazione. 

Ultimo aggiornamento: 20:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA