Obodo, l'ex Torino e Udinese rapito
in Nigeria da gruppo di uomini armati

Lunedì 16 Novembre 2020
Christian Obodo, l'ex Torino e Udinese rapito in Nigeria da un gruppo di uomini armati

Sequestro e paura per Christian Obodo. L'ex calciatore di Perugia, Fiorentina, Udinese, Torino e Lecce, 36 anni, ritiratosi due anni fa dopo l'ultima esperienza in Grecia con l'Apollon Smyrnis, è stato rapito in patria mentre si trovava nei pressi di Warri, centro della regione del Delta: secondo le testimonianze raccolte dalla polizia Obodo era in auto con la sua compagna quando si è fermato lungo la strada per comprare delle banane.

 

Avvicinato da uomini armati, è stato costretto a scendere dall'auto per salire con loro, ed è stato portato via. Le forze dell'ordine ritenevano inizialmente che sarebbe stata fatta una richiesta di riscatto, visto che in Nigeria ci sono delle gang specializzate in questo tipo di crimini. Per Obodo, che arrivò in Italia appena 17enne nel 2001 (a Perugia) e lasciò l'Italia nel 2013 dopo dodici stagioni nel nostro Paese, non è la prima esperienza di questo genere: fu già rapito, nel 2012, e poi liberato dopo un giorno grazie ad un blitz della polizia, ma - come emerso diverso tempo dopo - dietro il pagamento di un riscatto di 149mila euro. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA