Coronavirus, Messi e il Barcellona:
«Ci decurtiamo lo stipendio del 70%»

Lunedì 30 Marzo 2020
Dopo un lungo tira e molla, il Barcellona esce allo scoperto sulla questione stipendi e a parlare è proprio il capitano Leo Messi con un comunicato ufficiale: «Si è scritto e si è detto molto sulla prima squadra del Barcellona in riferimento agli stipendi dei giocatori durante questo periodo. Vogliamo chiarire che la nostra volontà è sempre stata quella di applicare un ribasso degli stipendi che percepiamo, perché capiamo perfettamente che si tratta di una situazione eccezionale e siamo i primi che abbiamo sempre aiutato il club quando ce lo ha chiesto. Incluso molte volte che lo abbiamo fatto di nostra iniziativa, in altri momenti che ritenevamo necessari o importanti».

LEGGI ANCHE Napoli, l'ultima trovata degli Ultras: «Beni per le famiglie in difficoltà»

«Non smette di sorprenderci che all'interno del club qualcuno ci abbia messo pressione per fare qualcosa che noi avremmo fatto comunque» ha continuato il fenomeno argentino. «Dalla nostra parte, è arrivato il momento di annunciare che, a margine della decurtazione del 70% dei nostri stipendi, daremo un contributo affinché i dipendenti del club possano riscuotere il 100% del loro stipendio fino a quando durerà questa situazione. Se non abbiamo parlato finora è perché la priorità per noi era trovare soluzioni che fossero reali per aiutare il club e i più colpiti da questa situazione. Forza Barça».
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Leo Messi (@leomessi) in data:

Ultimo aggiornamento: 14:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA