CORONAVIRUS

Fonseca vota il taglio degli stipendi:
​«Pronti a giocare anche in estate»

Sabato 4 Aprile 2020 di Gianluca Lengua
Paulo Fonseca (foto MANCINI)
«Siamo pronti a ridurci gli stipendi». Parola di Paulo Fonseca che apre a una riduzione degli ingaggi in casa giallorossa per aiutare il club a superare l’emergenza Covid-19 in cui il campionato è stato costretto a fermarsi: «Dobbiamo essere pronti ad aiutare in questo momento difficile. Noi tutti a Roma siamo pronti, bisogna essere sensibili è un momento troppo difficile per tutti», le parole del tecnico a Sky Sport. Fonseca non ha dubbi sulla tenuta atletica dei suoi calciatori grazie degli esercizi che quotidianamente li tengono impegnati: «Hanno tutti un lavoro individuale, è importante avere sotto controllo gli allenamenti che fanno: controlliamo il peso, l’alimentazione e quello che mangiano. Molti giocatori sono soli a casa ed è importante avere questo tipo di informazioni per lavorare con loro».

Controlli che hanno l’obiettivo di far trovare pronta la squadra alla ripresa del campionato: «È difficile dire quando avverrà, ma dobbiamo pensare a due cose: la prima è quando ricominceremo veramente il campionato e poi quando cominceremo la prossima stagione. I giocatori non si sono fermati totalmente e in poche settimane saremo pronti a giocare. Giocare in estate? Sì, sono disposto se ne avremo le condizioni. In questo momento la salute di tifosi, giocatori e di tutti quelli che lavorano nel calcio è la più importante». Tra i calciatori che torneranno a disposizione con la ripresa del campionato ci sarà Lorenzo Pellegrini, che avrà un futuro capitano della Roma: «Ha un carattere forte e penso abbiamo la forza per diventare il capitano. In questo momento abbiamo Dzeko, ma per il futuro avrà tutte le caratteristiche per indossare la fascia. Zaniolo? «Ho parlato con il dottore e mi ha detto che sta andando bene, sono positive le indicazioni che ho». Ultimo aggiornamento: 13:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA