Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Dazn non funziona, problemi durante Lazio-Bologna e Salernitana-Roma: il messaggio di errore agli utenti (e come risolvere)

Domenica 14 Agosto 2022
Dazn non funziona, problemi durante Lazio-Bologna: il messaggio di errore agli utenti

Dazn, problemi durante Lazio-Bologna e Salernitana-Roma. Torna il campionato di calcio di Serie A e tornano i disservizi sulla piattaforma tv di Dazn. Dopo alcuni momenti di blak out durante Lazio-Bologna, nel pomeriggio, è arrivato il comunicato della piattaforma per scusarsi della situazione che riguardava Salernitana-Roma e Spezia-Empoli. Sui social è partita la forte protesta dei tifosi, inferociti anche per l'aumento del prezzo di abbonamento, e Mauro Berruto, responsabile sport del Pd, ha annunciato una segnalazione all'Agcom. A poco sono servite le scuse di Dazn e l'indicazione di una via alternativa al collegamento via tv: le stories di Instagram, con link dedicati. «Se stai riscontrando dei problemi di accesso, utilizza il link nelle Instagram stories per vedere Salernitana-Roma e Spezia-Empoli», l'avviso di Dazn che forniva un escamotage per aggirare i disservizi che sono tornati a far capolino sulla diretta della Serie A. 

Quando stavano per cominciare le due partite odierne della fascia serale valide per la prima giornata, la Ott che detiene l'esclusiva del massimo campionato aveva diffuso una nota via Instagram: «Alcuni utenti stanno attualmente riscontrando problemi di accesso sulla nostra piattaforma. Stiamo lavorando duramente per trovare il prima possibile una soluzione e ci scusiamo per l'inconveniente».

Poi, evidemente, a primo tempo in corso i problemi non erano risolti, ed è arrivato un altro avviso di Dazn. L'avviso con scuse di Dazn, con la segnalazione di una via alternativa per guardare le partite della prima giornata, non hanno placato le proteste via social dei tifosi. Su twitter, con l'hashtag Dazndown, molti segnalano problemi a macchia di leopardo anche sulle partite del pomeriggio, Fiorentina-Cremonese e Lazio-Bologna. Gli utenti attaccano duramente la Ott, sottolineando che all'aumento delle quota di abbonamento si aggiunge il ripetersi dei problemi di visione già riscontrati in passato. Sulla spinosa vicenda è intervenuto anche Mauro Berruto, responsabile sport del Partito Democratico, che dà notizia di avere inviato una segnalazione dei disservizi all'AGCom. «In tutta #Italia ci sono gravi problemi di ricezione della trasmissioni di Dazn. Il Pd ha inoltrato una segnalazione urgente ad #AGCOM per accertare eventuali violazione degli accordi sulla qualità del segnale raggiunti in quella sede»

La nota di Dazn

Nel corso del secondo tempo dell'Olimpico, con i problemi che sono andati avanti, il team di Dazn ha spiegato: «Alcuni utenti stanno attualmente riscontrando problemi di accesso sulla nostra piattaforma. Stiamo lavorando duramente per trovare il prima possibile una soluzione e ci scusiamo per l'inconveniente». Intanto però sull'altro canale "partiva" (solo per i fortunati) Salernitana-Roma: gli utenti hanno dovuto fare logout e di nuovo login diverse volte, spesso senza risultati.

Dazn, come risolvere

Come risolvere? Per tamponare il problema Dazn ha messo a disposizione un link per vedere Salernitana-Roma. «Se stai riscontrando dei problemi di accesso, utilizza il link nelle Instagram stories per vedere Salernitana-Roma e Spezia-Empoli». Così Dazn avvisa i suoi utenti dell'escamotage trovato per aggirare i disservizi che sono tornati a far capolino sulla diretta della serie A. Quanto stavano per cominciare le due partite domenicali in serata della prima giornata, la Ott che detiene l'esclusiva del massimo campionato aveva diffuso una nota via Instagram: «Alcuni utenti stanno attualmente riscontrando problemi di accesso sulla nostra piattaforma. Stiamo lavorando duramente per trovare il prima possibile una soluzione e ci scusiamo per l'inconveniente». Poi, evidemente, a primo tempo in corso i problemi non erano risolti, ed è arrivato l'altro avviso di Dazn.

Il caso Dazn entra in campagna elettorale

Il caso Dazn entra in campagna elettorale. I disservizi della società che detiene i diritti televisivi per la Serie A non coinvolgono solo tifosi sfegatati ma anche politici (che certamente tifosi lo sono). «La Lega Calcio e Dazn stanno sequestrando il campionato di calcio ai tifosi paganti, a causa dei malfunzionamenti. Il campionato comincia nel peggiore dei modi. A questo punto si rende necessario l'intervento dell'Agcom», ha scritto su Twitter il segretario di Più Europa e sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova.

«Alla fine è stata semplicemente una fesseria togliere i diritti a Sky. Peraltro colpendo una grande azienda che aveva investito in Italia e fa anche cinema, serie e cultura», l'opinione di Carlo Calenda. «Da abbonato a Dazn credo che il servizio che stanno offrendo faccia schifo», ha twittato Salvini.

Il Pd: segnalazione urgente Agcom su Dazn

«Decine di migliaia di cittadini hanno pagato un servizio anticipatamente e ora subiscono un disservizio vergognoso, in quasi tutte le parti di Italia, per i problemi di ricezione di Dazn. Intervengano Agcom e Seria A»: è la dura nota sull'account ufficiale del Partito democratico.

«In tutta Italia ci sono gravi problemi di ricezione della trasmissioni di DAZN Italia. Il Pd ha inoltrato una segnalazione urgente ad AGCOM per accertare eventuali violazione degli accordi sulla qualità del segnale raggiunti in quella sede". Così Mauro Berruto, della Segreteria nazionale del Pd.

«Migliaia di tifose e tifosi delusi da DAZN. Chiederemo le verifiche necessarie a Agcom. È un servizio a pagamento che va garantito», ha scritto su Twitter la capogruppo alla Camera del Pd Debora Serracchiani.

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 09:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA