De Paul batte il Genoa, 1-0 Udinese,
crisi Maran: espulso Perin

Domenica 22 Novembre 2020 di Vanni Zagnoli

Siamo lontani dal Genoa che ha in mente Rolando Maran, vince l’Udinese e i rossoblù restano in crisi. Il ds Daniele Faggiano si sarà pentito di non avere chiamato in Liguria Roberto D’Aversa, l’allenatore di due promozioni e di due salvezze larghe, nel suo Parma, magari lo chiamerà se Maran continuerà a deludere. Il presidente Enrico Preziosi aveva svoltato, con un direttore sportivo giovane, per dare stabilità al progetto, anzichè continuare a cambiare dirigenti e poi allenatori, per ora è un flop e dispiace per Maran, che a Cagliari non meritava l’esonero ma in rossoblù quasi sì.

Vince l’Udinese, dunque, capace prima della sosta di bloccare il Sassuolo a domicilio, decide De Paul, il miglior giocatore, probabilmente, fra le squadre che si battono per la salvezza per la tranquillità. I friulani sono alla 26^ stagione di fila in serie A, un record per le provinciali, sono lontane la Champions league con Spalletti e i due preliminari conquistati da Guidolin, resta la dignità di una terra, di una regione che punta tanto su stranieri, su giovani, un progetto che la famiglia Pozzo ha esportato in Spagna, al Granada, rivenduto, e in Inghilterra, con il Watford affidato a Gino Pozzo e reduce da retrocessione, comunque solido.

Solida è anche la squadra di Luca Gotti, fraseggia palla a terra, controlla, difende, con esperienza. Il Genoa non riesce a scatenare i cavalli di Scamacca, centravanti azzurrino.

I bianconeri superano dunque sul campo e pure in classifica il Grifone, con forza difensiva e applicazione. Inutile il cambio di modulo di Maran, il passaggio al 3-5-2, senza il giovane Rovella, fermato da un problema intestinale. Si gioca a specchio, la partita è bloccata, le squadre hanno paura, dividono il possesso palla. 

Al rientro dopo 4 mesi, Sturaro segue De Paul, cerca di limitarlo ma quando gli concede un minimo di spazio l’argentino colpisce. Minuto 34’,  palla in avanti di Zeegelaar, bel mancino, Okaka la difende bene e passa a Pereyra che vede l'argentino. Sturaro è in ritardo, il destro all’incrocio è da Champions, da anni è da Champions. 

I liguri spingono con Pellegrini sulla sinistra, crossa per Bani che da ottima posizione colpisce tra Becao e Nuytinck, ma fuori. Esce Biraschi per una botta alla spalla destra.

La ripresa è molto simile al primo tempo, Udine fa la partita, Genova aspetta. Esce Pandev per Zajc, qualcosa di meglio si vede. E’ però De Paul a cogliere la traversa su punizione. L’ingresso di Destro migliora un pizzico i rossoblù, pareggia Scamacca ma in fuorigioco, annullato. Infine Perin stende Larsen e viene espulso.

Ultimo aggiornamento: 20:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA