Fiorentina, dopo la salvezza
attesa per il Cda: in gioco il futuro

Lunedì 27 Maggio 2019
Archiviata tra i fischi la pratica-salvezza, la Fiorentina si trova adesso a dover gestire una situazione piena di punti interrogativi. Importante al riguardo si annuncia il consiglio di amministrazione convocato per venerdì prossimo, con orario e sede ancora da definire: sul tavolo quella che appare un'ipotesi sempre più concreta, la cessione del club da parte dei fratelli Della Valle dopo una gestione durata 17 anni, con circa 220 milioni di euro investiti e zero trofei a parte quelli delle giovanili e della Fiorentina Women's. I tifosi viola, da oltre un anno in aperta contestazione contro la proprietà, vogliono voltare pagina dopo la stagione più deludente della storia recente del club, senza vittorie in A al Franchi nel 2019 e solo 15 punti nel girone di ritorno. E attendono fiduciosi un imminente passaggio di consegne: in proposito tiene banco l'interessamento del magnate italo-americano Rocco Commisso, proprietario dei New York Cosmos. La presenza ieri sera al Franchi del suo braccio destro Joe Barone ha confermato che non si tratta soltanto di voci, esisterebbe peraltro già un'intesa di massima sulla base di circa 200 milioni di euro, un preliminare firmato già da giorni per un'esclusiva a trattare. Servirà altro tempo per i vari passaggi economici necessari ma i rumors non paiono infondati anche se non hanno accantonato le ipotesi circolate nelle scorse settimane: fondo del Qatar, Gruppo Menarini, il proprietario di Toscana Aeroporti Eduardo Eurnekian. Insomma l'unica certezza per la Fiorentina è la salvezza ottenuta tra i fischi e il rompete le righe previsto per domani. Tutto il resto, in attesa del Cda, è avvolto nella nebbia iniziando dal futuro di molti giocatori, su tutti Federico Chiesa, il più corteggiato. Ultimo aggiornamento: 20:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA