Gasperini e la sfida al Liverpool:
«Non sempre vince il migliore»

Lunedì 2 Novembre 2020

«Il livello di difficoltà è simile alle due partite col Manchester City nella scorsa edizione: un'esperienza che c'è servita, pur soffrendo molto. Non sempre vincono i più forti». Alla vigilia del match di Bergamo contro il Liverpool, l'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini prova a tracciare un confronto tra le due compagini inglesi: «Il valore è molto simile, anche se con caratteristiche diverse nonostante il modulo apparentemente simile - spiega il tecnico nerazzurro -. Vedremo quanto potremo essere competitivi: col City abbiamo acquisito conoscenze, esperienze e capacità, utili anche in ottica campionato».

Gasperini parla anche del collega sul fronte opposto: «È un grandissimo complimento aver attirato l'attenzione di Klopp, un riferimento per tutti gli allenatori per quello che ha saputo conquistare negli anni. Dà più fascino a questa partita contro la squadra campione del mondo che ha vinto la penultima edizione della Champions League». Riguardo alla conta degli infortunati, la situazione a Zingonia è migliore di quanto non si pensasse dopo Crotone: «De Roon e Gosens sono fuori, gli esami per gli altri hanno escluso lesioni muscolari - chiude Gasperini -. L'esigenza è doverli recuperare in un giorno: per Romero, Hateboer e Palomino ci sono chance di recupero, Djimsiti e Toloi hanno recuperato. Domattina le ultime decisioni».

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA