Strootman si prende il Genoa:
«Sono ancora un giocatore vero»

Venerdì 15 Gennaio 2021
Strootman Instagram @genoacfcofficial

I tifosi della Roma gli hanno augurato buona fortuna via social appena arrivata l'ufficialità del suo ritorno in Italia, al Genoa. Perché Kevin Strootman nei suoi cinque anni a Roma ha lasciato bei ricordi nonostante il doppio grave infortunio al ginocchio che ne ha pregiudicato il resto della carriera.

«Ho parlato con Dzeko, Juna Jesus e con i fisioterapisti - ha raccontato l'olandese nel giorno della sua presentazione da centrocampista del Genoa - e tutti mi hanno fatto un grande in bocca al lupo. L'addio? A Roma ho vissuto cinque anni molto belli ma alla fine ho deciso io di andare via, perché quando non senti più la fiducia è la cosa migliore».

Roma, efficace la formula con centravanti e doppio trequartista: media di 2 gol a partita

Il centrocampista olandese è però sicuro che questa Roma possa ambire a traguardi importanti. «La Roma è una squadra molto forte e possono lottare per lo scudetto. Stanno facendo bene ma in Italia è difficile perché sono molti i club forti. Però hanno una buona squadra e spero possano vincere il campionato. Vorrei che vincessero tutte le partite tranne naturalmente quella contro di noi».

E la prima sarà il derby di questa sera. «Senza pubblico è brutto ma poi penso che dobbiamo essere contenti di poter continuare a giocare in questo momento difficile perché abbiamo la possibilità di continuare a fare il nostro lavoro senza altri problemi - ha sottolineato Strootman -. E poi i tifosi saranno tutti davanti alla televisione, anche se sarà strano vederlo senza pubblico».

Poi sulla nuova avventura al Genoa: «Questa è una grande sfida ma è una sfida che non mi fa paura. Sono contento di aver scelto il Genoa che mi ha voluto fortemente, credo che la sua posizione non sia quella in cui dovrebbe stare. Il gruppo è forte ma ha pagato il Covid ad inizio stagione. Voglio dimostrare di essere ancora un giocatore vero e adesso voglio aiutare la squadra a vincere e portare il Genoa in alto».

«Sono pronto - continua Strootman -. Nell'ultimo anno non ho giocato tanto ma mi sono sempre allenato e sto bene, forse mi manca solo un po' il ritmo partita. Il ruolo? Dove decide di schierarmi il mister a me andrà bene. Ora conta solo giocare bene per aiutare la squadra a vincere. L'unica cosa che posso dire è che farò di tutto per vincere e anche di più».

Ultimo aggiornamento: 16:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA